Partner

Partner

Il Politecnico è un’università scientifico-tecnologica che forma ingegneri, architetti e designer industriali. Da sempre punta sulla qualità e sull’innovazione della didattica e della ricerca, sviluppando un rapporto fecondo con la realtà economica e produttiva attraverso la ricerca sperimentale e il trasferimento tecnologico. La ricerca è sempre più legata alla didattica e costituisce un impegno prioritario per il conseguimento di risultati di alto livello internazionale e di incontro tra università e mondo delle imprese. Essa rappresenta inoltre un percorso parallelo a quello della cooperazione e delle alleanze con il sistema industriale

Oggi la spinta all’internazionalizzazione vede il Politecnico di Milano partecipare al network europeo e mondiale delle principali università tecniche e offrire numerosi programmi di scambio e di doppia laurea e diversi corsi di studio interamente in inglese.

Dal 2004 la Cina rappresenta il primo paese di riferimento per la propria strategia di internazionalizzazione. Oggi gli studenti cinesi del Politecnico costituiscono la comunità più importante di studenti internazionali presso l’Ateneo.

La strategia dell’Ateneo verso la Cina si pone come obiettivo quello di creare partnership strategiche sul fronte della didattica e della ricerca con le più importanti università cinesi.

Politecnico di Milano è il capofila del progetto; cura il project management e il coordinamento scientifico ed è responsabile per delle attività di capacity building.

La Fondazione Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici è un ente di ricerca no-profit fondato nel 2005 con il supporto finanziario del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio (MATT), del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali (MIPAF) e del Ministero delle Finanze (MEF). La Missione del CMCC è realizzare studi e modelli del sistema climatico e delle sue interazioni con la società per garantire risultati tempestivi e rigorosi per promuovere una crescita sostenibile, proteggere l’ambiente e sviluppare, nel contesto dei cambiamenti climatici, politiche di adattamento e mitigazione fondate su conoscenze scientifiche. CMCC collabora con gli scienziati esperti, economisti e tecnici, che lavorano insieme al fine di fornire analisi complete degli impatti climatici sui vari sistemi, quali l’agricoltura, gli ecosistemi, le coste, le risorse idriche, la salute e l’economia.

CMCC organizza inoltre corsi di formazione specializzata che rappresentano una proposta formativa di alto profilo e dal respiro internazionale; si avvale poi della collaborazione di università europee, istituzioni internazionali, professori e relatori autorevoli nella comunità internazionale della ricerca sul clima.

CMCC contribuisce alla formazione dei partecipanti cinesi con l’erogazione di alcuni corsi specifici.

La Fondazione Italia Cina (FIC) nasce nel 2003 con l’obiettivo di promuovere gli scambi economici, culturali e istituzionali tra Italia e Cina, con l’ideazione e lo sviluppo di progetti mirati. FIC si propone di incrementare gli scambi di idee, persone, beni, servizi e capitali tra i due Paesi. In particolare, la Fondazione si intende rappresentare il settore imprenditoriale italiano in Cina e sostenere gli interessi dell’imprenditorialità italiana nei confronti delle istituzioni italiane e cinesi.

Vanta tra i suoi fondatori numerosi Ministeri e Regioni, Confindustria e numerose aziende e gruppi finanziari italiani. Mantiene poi un ruolo centrale nella collaborazione con soggetti pubblici e privati a livello nazionale e regionale, Università e Centri di Ricerca, Associazioni di categoria, Camere di Commercio per il conseguimento dei propri obiettivi istituzionali strategici, delineando progetti e programmi finalizzati all’internazionalizzazione.

FIC promuove le attività di business matching e organizza le attività alternative alla formazione per i moduli di capacity building.

La Fondazione Politecnico di Milano (FPM) nasce nel 2003 per volontà del Politecnico di Milano, delle principali istituzioni di Milano e della Lombardia e di importanti aziende per sostenere la ricerca dell’Ateneo e per contribuire a innovare e a sviluppare il contesto economico, produttivo e amministrativo.

Per raggiungere questi obiettivi Fondazione sviluppa:

  • progetti di innovazione sia alle grandi imprese che alle piccole e medie imprese e dei servizi;
  • progetti europei che, facendo leva sulle competenze del Politecnico, rafforzano il network delle collaborazioni universitarie e industriali
  • progetti di eLearning e eCollaboration.

Consapevole dell’importanza di contribuire sia alla crescita economica, ma anche alla crescita della persona e della comunità, Fondazione sviluppa numerosi progetti di responsabilità sociale in collaborazione con l’Ateneo. In un contesto globale, è attiva in iniziative di cooperazione sia con realtà in difficoltà sia con paesi in forte crescita.

FPM interloquisce con i Dipartimenti del Politecnico per individuare opportunità di finanziamenti e costruire reti di relazioni nazionali e internazionali necessari per la partecipazione ai diversi bandi.

In particolare FPM lavora su queste aree tematiche:

  • energia, trasporti e reti
  • tecnologie, design e materiali, chimica verde
  • pubblica amministrazione
  • ambienti di vita, responsabilità sociale e cooperazione allo sviluppo
  • supporto alle start-up

Quanto al progetto SICAB, FPM fornisce supporto nella gestione e coordinamento di tutte le fasi del progetto e nella costruzione e attuazione della strategia di comunicazione.

La Sapienza è la prima università in Europa con 700 anni di storia, 110mila studenti complessivi e 3.500 docenti. L’offerta formativa della Sapienza comprende circa 300 corsi di laurea e 200 master. La Sapienza è organizzata in 11 facoltà e 63 dipartimenti, unitamente a numerosi centri di ricerca e centri di servizi. L’Ateneo ospita più di 3000 studenti all’anno in mobilità internazionale. Grazie a un’estesa rete di collaborazioni con università di tutto il mondo, la Sapienza offre agli studenti numerosi opportunità internazionali.

Tra i più importanti accordi avviati con atenei cinesi si ricordano quelli con la Beijing Normal University, Jilin University e la Renmin University of China.

L’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, in particolare il Dipartimento di Ingegneria Civile Edile e Ambientale (DICEA) è uno dei partner che erogherà alcuni moduli di formazione presso la propria sede romana e in Cina.

Organizzazioni in collaborazione diretta

MIP viene fondato nel 1979 – come Consorzio tra il Politecnico di Milano e numerose istituzioni ed aziende – MIP integra il know-how della componente accademica con la concretezza e la professionalità del mondo industriale e dei servizi. Insieme al Dipartimento di Ingegneria Gestionale, fa parte della School of Management del Politecnico di Milano, che accoglie le molteplici attività di ricerca e formazione nel campo del management, dell’economia e dell’industrial engineering.

Dal 2013 MIP è inoltre membro fondatore di ACE (Alliance of Chinese and European Business Schools), un network che raccoglie 20 Business School e Università di eccellenza in Europa e in Cina.

La Camera di Commercio Italiana in Cina è un’associazione di imprese e imprenditori italiani in Cina formalmente riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico italiano (MiSE) e dal Ministero degli Affari Civili della R.P.C. (MoCA), con lo scopo di favorire lo sviluppo delle relazioni commerciali, industriali e culturali tra operatori, imprenditori ed organizzazioni economiche italiane e cinesi.

Nel 1992 nasce, all’interno del consorzio MIP del Politecnico di Milano, il Centro di Ricerca in Economia e Gestione per l’Ambiente e il Territorio. Oggi, come consorzio Poliedra, è una realtà consolidata che offre assistenza tecnica e servizi di consulenza e svolge attività di ricerca applicata e formazione con un approccio fortemente interdisciplinare. La priorità è la promozione della sostenibilità e della partecipazione nei processi decisionali che riguardano l’ambiente e il territorio, la mobilità di persone e merci e la valorizzazione del patrimonio paesaggistico e culturale, anche attraverso soluzioni innovative e strumenti di aiuto alla decisione.

Le principali attività del consorzio sono:

  • collaborazione con enti pubblici locali, regionali, nazionali, con università e centri di ricerca e con soggetti privati
  • alta formazione sui temi interdisciplinari della sostenibilità ambientale
  • presenza nei programmi di finanziamento comunitari
  • appartenenza a network consolidati nell’ambito dell’ambiente, della mobilità e delle smart cities and communities
  • pubblicazioni scientifiche.