Docenti

Docenti – 2018

Training in Italia

Modulo 1 – Controllo dell’inquinamento ambientale

Stefano CERNUSCHI

Professore ordinario a tempo pieno di Ingegneria Ambientale e Tecnologie per il controllo dell’Inquinamento Aereo. La sua attività scientifica è focalizzata sui temi dell’inquinamento atmosferico e dello smaltimento dei rifiuti solidi; ha condotto ricerche sulla caratterizzazione, le metodologie di valutazione e i trattamenti delle emissioni atmosferiche, l’analisi e la descrizione della qualità dell’aria e le implicazioni ambientali delle tecnologie di smaltimento di rifiuti solidi. È autore e co-autore di più di 120 pubblicazioni a livello nazionale e internazionale. È Presidente del Comitato Scientifico di LEAP (Laboratorio Energia e Ambiente Piacenza), struttura consorziata con il Politecnico di Milano, e presidente del Consiglio di Corso di Studi in Ingegneria per l’Ambiente ed il Territorio dello stesso Politecnico.

Giovanni LONATI

Laureato in ingegneria civile con specializzazione in idraulica presso il Politecnico di Milano nel 1993, ha conseguito un Dottorato in Ingegneria Sanitaria presso lo stesso ateneo nel 1996.

Oggi è Professore Associato presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale del Politecnico di Milano. Dal 2000 è docente di ingegneria ambientale, in particolare nell’ambito dell’inquinamento atmosferico e tecnologie per il controllo dell’inquinamento dell’aria.

Nello specifico, la sua attività si concentra sull’analisi statistica dei dati dell’inquinamento dell’aria, metodi di misurazione della qualità dell’aria, analisi e speciazione chimica delle particelle aerodiffuse.

Serafino DI ROSARIO

Ingegnere acustico con più di 15 anni di esperienza in Europa e nel Regno Unito. Dopo una laurea in ingegnere strutturale, ha conseguito una specializzazione in Acustica ambientale e delle costruzioni.

Oggi lavora come Senior Acoustic Consultant a Londra presso lo studio di architettura BDP-Building Design Partnership. Inoltre, Di Rosario segue progetti di Acustica per concerti di musica classica all’aperto, avvalendosi di misurazioni acustiche tramite analisi impulso-risposta e tecniche di microfono tetraedriche. Ha collaborato con il Professor Livio Mazzarella del Politecnico di Milano dal 2004 al 2007 e collabora tutt’oggi con l’ateneo per i suoi progetti di ricerca.

Livio MAZZARELLA

Laureato in ingegneria meccanica presso il Politecnico di Milano, ha conseguito un dottorato in Energerita nel 1997 presso il medesimo ateneo.  È Professore Ordinario di Fisica Tecnica Ambientale, è docente di “Fisica dell’Edificio: Termofisica, Acustica e Illuminotecnica”, “Complementi di Fisica dell’Edificio”, “Termofisica dell’Edificio”, di “Ingegneria Solare Termica” e di “Acustica Applicata”. Svolge attività di ricerca sui temi dell’Energetica e della Fisica Tecnica, e più precisamente nei settori della termo fluidodinamica, modellistica numerica dei sistemi edificio-impianto, energetica negli edifici, termofisica degli edifici, conversione termica dell’energia solare, sistemi per l’accumulo di energia termica. È vice Presidente di AICARR – Associazione Italiana Condizionamento dell’Aria, Riscaldamento, Refrigerazione e Ventilazione e vice Presidente della Commissione di Ricerca e tecnologia e Presidente del Gruppo di Cooperazione di REHVA (Federazioni delle Associazioni europee per il Riscaldamento, Ventilazione e Condizionamento di Aria).

Marco PETRANGELI PAPINI

Laurea con Lode in Chimica Industriale nel 1990 e Dottore di Ricerca in Scienze Chimiche nel 1994. È attualmente titolare dei Corsi di “Processi e Impianti Industriali Chimici” e “Dinamica degli Inquinanti e Bonifica dei siti Inquinati”. Svolge attività di ricerca sui processi e sulle tecnologie per il riutilizzo di suolo e acqua. È autore di oltre 60 pubblicazioni scientifiche su riviste e libri a diffusione internazionale, oltre 80 comunicazioni a convegni ed è titolare di 5 brevetti industriali. È attualmente titolare dei Corsi di “Processi e Impianti Industriali Chimici”.

Giuseppe SAPPA

Laureato in ingegneria civile nel 1987, è stato ricercatore tra il 1996 e il 2006. Dal 2006 è Professore Associato in Ingegneria Geologica presso la Facoltà di Ingegneria Civile e Industriale dell’Università degli Studi di Roma. Insegna Geologia Applicata, Idrogeologia  presso lo stesso Ateneo ed è Direttore dei corsi in ingegneria degli edifici sostenibili. Fa parte del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in Ingegneria Idraulica e Ambientale, presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università La Sapienza di Roma.  È stato membro della Commissione Scientifica per il Commissariamento Straordinario per l’emergenza dei rifiuti nel territorio della Regione Lazio, istituita congiuntamente dal Ministero dell’Ambiente e dal Ministero degli Interni. Dal 2007 è consulente scientifico per il piano di attuazione della discarica per i rifiuti solidi di Malagrotta. Oggi è consulente scientifico per Leonardo S.p.A. per il recupero di siti contaminazione.

È autore di più di 40 pubblicazioni relative a piani di caratterizzazione ambientale per suolo e acqua.

Modulo 2 – Efficienza energetica nell’industria, cogenerazione e energie rinnovabili

Ennio MACCHI

Professore Emerito presso il Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano. I suoi studi si focalizzano sui sistemi di conversione energetica e sull’insegnamento della medesima materia. Ha contributo alla creazione del Dipartimento di Energia e ne è stato il primo Direttore. Ha fondato Gecos (Group of Energy Conversion Systems), uno dei principali gruppi di ricerca accademica in Europa. È stato autore di più di 200 pubblicazioni e libri sui temi della termodinamica, fluidodinamica, cogenerazione, turbomacchine, tecnologie pulite del carbone, cattura e stoccaggio del carbonio, pompe di calore, Cicli Rankine a fluido organico, fonti di energia rinnovabile, risparmio energetico, stoccaggio di energia, cogenerazione, celle a combustibile, turbine a gas e cicli combinati, economia dell’idrogeno. Ha lavorato come consulente per numerose aziende italiane e internazionali nei settori sopra citati. Infine, è stato coordinatore scientifico di numerosi programmi di ricerca, sponsorizzati da E.E.C, C.N.R., E.N.E.A., dal Ministero dell’Istruzione della Repubblica Italiana, negli ambiti relativi alla conversione energetica, risparmio energetico, sistemi di recupero del calore, cicli combinati, energia geotermica e solare, cattura e stoccaggio di carbonio.

Paolo SILVA

Consegue la laurea in Ingegneria Meccanica nel 1998 e il dottorato in Energetica nel 2001, entrambi presso il Politecnico di Milano. Oggi è Professore Associato in “Produzione di potenza da energia rinnovabile”. Sin dal 1999, ha lavorato come ricercatore presso il Dipartimento di Energia del Politecnico nel settore degli impianti energetici ad alta efficienza, cogenerazione, energie rinnovabili, in particolare su impianti a energia solare. Per conto del Politecnico di Milano, è stato coordinatore scientifico di numerosi progetti di ricerca nazionali e internazionali. Ha collaborato ampiamente con il Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano, con grandi aziende italiane per attività di ricerca negli ambiti degli impianti energetici e strutture di ricerca. È autore di molteplici pubblicazioni e di due libri sul tema dell’energia rinnovabile e processi di cogenerazione.

Nicola FERGNANI

Consegue un Master in Ingegneria Energetica nel 2010. È ricercatore presso il Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano. I suoi studi si concentrano sui processi di cogenerazione per le applicazioni industriali e del piccolo idroelettrico, con focus sul generatore a vite di Archimede. Riveste il ruolo di manager di una start up attiva nell’ambito del Energy Performance Contracting (EPC) per impianti idroelettrici di capacità ridotta in Italia.

Matteo ROMANO

Professore Associato di  Sistemi per l’Energia E l’Ambiente presso il Politecnico di Milano. È laureato in Ingegneria Ambientale e ha conseguito un dottorato in Ingegneria energetica presso il Politecnico di Milano. É autore di 100 pubblicazioni scientifico, ha collaborato alla scrittura di libri ed è autore di due brevetti per nuove tecnologie per la riduzione di emissioni. Collabora a 5 progetti europei sul tema delle basse emissioni e sulla produzione efficiente di energia, idrogeno, calcestruzzo, acciaio e biocombustibili. Inoltre, è stato responsabile scientifico e tecnico per aziende di pubblica utilità, produttori di scambiatori di calore, produttori di calcestruzzo, aziende di gestione di risorse idriche e istituti europei di ricerca.

Stefano CAMPANARI

Laureato in Ingegneria Meccanica nel 1995, ha poi conseguito un dottorato in Scienze dell’Energia nel 1999 presso il Politecnico di Milano.  Dal 1998 al 2002 è stato ricercatore presso il Dipartimento di Energia lavorando a sistemi di cogenerazione fondati su celle a combustibile ad alte temperature e cicli con turbina a gas. Dal 2002 al 2006,  è assistente professore di energia e sistemi ambientali presso il Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano. Da maggio 2006, è Professore Associato presso la Scuola di Ingegneria Industriale del Politecnico di Milano. Collabora inoltre con numerosi istituti di ricerca e aziende di pubblica utilità.

Simone FRANZÒ

Simone Franzò è Assistente presso la School of Management del Politecnico di Milano. In particolare, lavora sui temi relativi alla gestione dell’innovazione, open innovation, gestione dell’energia, in particolare con riferimento alla valutazione delle nuove tecnologie e business model. È ricercatore presso l’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano. Simone Franzò insegna “Business Administration e Energy Management” nei corsi di laurea di Management Engineering del Politecnico di Milano. È inoltre docente presso il MIP. Simone Franzò è membro della School of Management del Politecnico di Milano.

Cesare Maria JOPPOLO

È Professore Ordinario presso la Scuola di Ingegneria Energetica del Politecnico di Milano, dove insegna e svolge attività di ricerca nei settori del trasferimento di calore, sistemi termici, energie rinnovabili ed efficienza energetica. È fondatore dell’Air Lab dove svolge ricerca applicata e sviluppo di sistemi di condizionamenti d’aria avanzati e sostenibili. L’Air Lab include due strutture speciali: la “camera bianca”, una clean room interdisciplinare dotata di moderni sistemi di ventilazione e di condizionamento e una Museum Box, un laboratorio di Ricerca e Sviluppo in fisica ambientale e ingegneria applicata al monitoraggio e controllo di temperatura, umidità, agenti inquinanti dell’aria e altre condizioni ambientali per preservare collezioni storiche e artistiche. Il Professor Joppolo è stato Presidente dell’ Associazione Italiana Condizionamento dell’Aria, Riscaldamento, Refrigerazione (AICARR), membro Consiglio di Amministrazione dell’ Associazione per lo studio e il controllo della contaminazione ambientale (ASCCA).

Enrico CAGNO

È Professore Ordinario presso il settore scientifico di Impianti Industriali Meccanici del Politecnico di Milano. Insegna “Sistemi Industriali: sostenibilità e sfide sociali” nell’ambito del Dottoreato in Management, Economia e Ingegneria (PhD-DRIG), presso il Politecnico di Milano; “Design e Gestione dei Sistemi di Produzione” (MSc), presso la Scuola di Ingegneria Industriale e Informatica del Politecnico di Milano; “Project Management” (MSc) presso la Scuola di Ingegneria Industriale dell’Università Carlo Cattaneo (LIUC) di Castellanza (VA), Italy. Il focus della sua attività è rivolto alla sostenibilità Industriale nei sistemi di produzione e Analisi e Gestione del Rischio. È autore di più di 300 pubblicazioni.

Mario Gualtiero Francesco MOTTA

Professore Associato presso il Dipartimento di Energia presso il Politecnico di Milano. Ha conseguito una laurea in Ingegneria Meccanica e un master in “Sistemi energetici e ambientali” presso l’Università Strathclyde di Glasgow (UK) in 1996. Ha conseguito un PhD in Termodinamica presso l’Università di Genova nel 2002. Inoltre, ha ottenuto una borsa individuale post-dottorato presso Fraunhofer Institute di Friburgo tra 2002 e 2004. I suoi interessi di studio sono riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria per abitazioni a basso impatto ambientale, tecnologie solari e termiche, sistemi di trigenerazione, tecnologie di raffreddamento termico, valutazione della performance per sistemi di raffreddamento e riscaldamento. Il Professor Motta è stato membro della CNES (Commissione Nazionale per l’Energia Solara) inaugurata nel 2006 presso il Ministero Italiano per l’Ambiente, il Territorio e il Mare, quale organo di consulenza per le attività legislative. Il Professor Motta è il coordinatore scientifico del Programma Sino Italian Capacity Building for Environmental protection (Sicab). É inoltre ricercatore presso il Consiglio nazionale delle ricerche – – Istituto di Chimica dei Composti Organo Metallici (CNR – ICCOM).

Marco ASTOLFI

Assistente presso il Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano e docente di conversione dell’energia. Il focus del suo lavoro sono i Cicli Rankine a fluido organico (ORC), in particolare per lo sfruttamento di risorse geotermiche a basse temperature ed energia solare in impianti a concentrazione solare (CSP). Fondatore del KCORC (Knowledge Center for ORC) e vice presidente del Comitato ASME-IGTI ORC. Lavora a vari progetti per la cattura e lo stoccaggio dell’anidride carbonica (CCS), produzione di biocarburanti, impianti a biossido di carbonio (sCO2). Inoltre, attualmente lavora alla progettazione di micro-reti indipendenti per l’elettrificazione rurale con sfruttamento di energie rinnovabili e tecnologie per l’energia a gradiente salino.

Modulo 3 – Controllo della qualità dell’aria e gestione dei rifiuti urbani: elementi di pianificazione tecnica e gestionale

Stefano CERNUSCHI

Professore ordinario a tempo pieno di Ingegneria Ambientale e Tecnologie per il controllo dell’Inquinamento Aereo. La sua attività scientifica è focalizzata sui temi dell’inquinamento atmosferico e dello smaltimento dei rifiuti solidi; ha condotto ricerche sulla caratterizzazione, le metodologie di valutazione e i trattamenti delle emissioni atmosferiche, l’analisi e la descrizione della qualità dell’aria e le implicazioni ambientali delle tecnologie di smaltimento di rifiuti solidi. È autore e co-autore di più di 120 pubblicazioni a livello nazionale e internazionale. È Presidente del Comitato Scientifico di LEAP (Laboratorio Energia e Ambiente Piacenza), struttura consorziata con il Politecnico di Milano, e presidente del Consiglio di Corso di Studi in Ingegneria per l’Ambiente ed il Territorio dello stesso Politecnico.

Giovanni LONATI

Laureato in ingegneria civile con specializzazione in idraulica presso il Politecnico di Milano nel 1993, ha conseguito un Dottorato in Ingegneria Sanitaria presso lo stesso ateneo nel 1996.

Oggi è Professore Associato presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale del Politecnico di Milano. Dal 2000 è docente di ingegneria ambientale, in particolare nell’ambito dell’inquinamento atmosferico e tecnologie per il controllo dell’inquinamento dell’aria.

Nello specifico, la sua attività si concentra sull’analisi statistica dei dati dell’inquinamento dell’aria, metodi di misurazione della qualità dell’aria, analisi e speciazione chimica delle particelle aerodiffuse.

Giorgio GUARISO

Si laurea in Ingegneria Elettronica nel 1976. Ha lavorato con l’Accademia Egiziana per la Ricerca e Tecnologia presso il Cairo (Egitto) e con il Consiglio Nazionale delle Ricerche. Nel 1987, diviene Professore Associato di Analisi di Sistemi presso il Dipartimento di Elettronica e Informatica al Politecnico di Milano. Dal 1994, è Professore Ordinario presso lo stesso Dipartimento, dove insegna modellistica e simulazione. La sua attività si concentra sullo sviluppo di modelli ambientali e sistemi di supporto. È direttore associato della rivista Environmental Modelling & Software”. Tra il 2006 e il 2008, è stato Presidente della International Modelling and Software Society. Oggi è membro del Senato Accademico del Politecnico di Milano. È autore di più di 140 pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali e di due libri internazionali.

Mario GROSSO

Laurea in Ingegneria ambientale presso il Politecnico di Milano. Ha conseguito un Dottorato sulla formazione della diossina e sulla demolizione della stessa negli impianti di incinerazione di rifiuti. È Professore Associato presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale presso il Politecnico di Milano. È coordinatore del gruppo di ricerca AWARE (Assessment on WAste and REsources), la cui attività si concentra sulla prevenzione dei rifiuti, tecnologie per il recupero e lo smaltimento dei rifiuti solidi, gestione integrata dei rifiuti, tecnologie per il trattamento di gas effluenti negli impianti industriali, così come sulla metodologia LCA (Life Cycle Assessment – valutazione del ciclo di vita). È docente di “Trattamento e gestione di rifiuti solidi” e “Tecnologie di bio-energia e termovalorizzazione”.

Raffaella POMI

Ha conseguito un Dottorato in Ingegneria Ambientale ed è Professore Associato in Ingegneria Sanitaria e Ambientale presso l’Università La Sapienza di Roma. È membro del gruppo di lavoro pHOENIX sull’incinerazione dei residui provenienti dai rifiuti solidi urbani. Inoltre, partecipa attivamente a progetti relativi alla gestione di sedimenti e rifiuti, anche nei paesi in via di sviluppo. È stata autrice di più di 40 pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali e più di 60 collaborazioni a conferenze internazionali. È stata inoltre docente presso l’Università di Vienna (Austria). Vanta numerose collaborazioni con industrie e istituti di ricerca sui temi relativi al trattamento e allo smaltimento di rifiuti pericolosi.  Collabora come esperto valutatore per la Commissione Europea.

Alessandra POLETTINI

É Professore Associato presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università La Sapienza di Roma.  Qui, presiede i programmi di laurea triennale e specialistica in Ingegneria Ambientale. Insegna “Ingegneria Sanitaria e Ambientale” e “Gestione dei rifiuti solidi”. La sua attività di ricerca si concentra sul trattamento e riutilizzo di residui provenienti dal trattamento termico di rifiuti, digestione anaerobica di rifiuti organici, comportamento ambientale dei rifiuti, trattamento di sedimenti dragati. È stata co-autrice di circa 200 testi scientifici, pubblicati su giornali internazionali o presentati in occasione di conferenze internazionali.

Modulo 4 – Parchi scientifici innovativi e collaborazioni tra ricerca e industria

Tommaso AGASISTI

Tommaso AGASISTI è Professore Associato presso il Dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano dove insegna Public Management presso il Master in Ingegneria Gestionale. È co-direttore del Dipartimento di Pubblica Amministrazione e Istituzioni presso MIP Politecnico di Milano Graduate School Of Business. La sua ricerca si concentra sulla valutazione della performance nella pubblica amministrazione, specialmente in scuole e università. È autore di più di 50 pubblicazioni in riviste accademiche internazionali. Per gli anni 2014-2019 è membro della Commissione Provinciale di Valutazione della Provincia autonomi di Trento.

Giovanni AZZONE

Giovanni AZZONE ha conseguito una laura con lode in Ingegneria Gestionale presso il Politecnico di Milano. Dal 1994 è docente di Sistemi di Controllo di Gestione presso la medesima università. È stato nominato Vice Rettore nel 2002 ed è stato Rettore dal 2010 al 2016. È autore e coautore di numerose pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali. Da febbraio 2016 è Presidente di Arexpo e nell’aprile dello stesso anno è divenuto membro del Consiglio di Amministrazione di Poste Italiane SpA. Nel settembre del 2016, è divenuto Project Manager di “Casa Italia”, il programma per la messa in sicurezza del territorio italiano voluto dall’ex Primo Ministro Matteo Renzi. Da dicembre 2016 è membro del Consiglio di Amministrazione di Ferrovie dello Stato.

Marco DALL’ORSO

Marco DALL’ORSO è Direttore Sviluppo e Asset management presso Arexpo SpA, società a prevalente capitale pubblico che ha il compito di sviluppare l’intero sito di Expo 2015 (1 milione di metri quadri). Ha in carico la trasformazione del sito nel nuovo polo denominato “MIND – Milano Innovation District”, catalizzatore di crescita socio-economica sostenibile completamente integrata nella città di Milano. L’obiettivo è quello di creare una piattaforma nazionale competitiva che sia in grado di attrarre talenti, imprese, università, centri di ricerca e capitale a livello globale. In precedenza, ha rivestito posizioni apicali presso grandi società di real estate e asset management. Dall’Orso vanta esperienze manageriali di alto livello unitamente a capacità di pianificazione strategica e la capacità di negoziare tra attori provenienti da mondi diversi. Ha conseguito la Laurea in Ingegneria Civile con lode presso l’Università di Genova e un Master presso l’Imperial College in London e un MBA Valedictorian ppresso l’IMD di Losanna.

Alberto MINA

Alberto MINA ha conseguito un Dottorato in filosofia e ha collaborato con l’Università di Torino per 10 anni. Tra il 2004 e il 2009, è stato Direttore Centrale Relazioni esterne, Internazionali e Comunicazione presso la Regione Lombardia. Nel 2009, è divenuto Direttore Generale Affari Istituzionali e Eventi  per Expo Milano 2015 SpA e a seguire Responsabile delle Relazioni istituzionali per il Padiglione Italia a Expo Milano 2015. Ha conseguito un Master in Relazioni internazionali e diplomazia presso la London School of Economics nel 2016. Oggi collabora con numerose istituzioni pubbliche e imprese in qualità di Consulente esperto di strategia e relazioni internazionali.

Federico FRATTINI

Federico FRATTINI è Professore Ordinario di Strategic Management and Innovation al Politecnico di Milano ed è ricercatore onorario presso la Management School dell’Università di Lancaster. Il Professor Frattini è Direttore MBA&EMBA ed Associate Professor alla School of Management of Politecnico di Milano e Direttore del Dipartimento di Digital Learning. La sua ricerca si concentra in particolare su innovazione e gestione strategica con riferimento a imprese a conduzione familiare. Ha pubblicato più di 200 libri e articoli su riviste internazionali di rilievo. È vice-caporedattore di CERN IdeaSquare Journal of Experimental Innovation e collabora con altre testate internazionali di rilievo.

Andrea SIANESI

Andrea SIANESI è Dean del MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business. È inoltre titolare degli insegnamenti “Gestione del Sistemi Logistici e Produttivi” e “Supply Chain Management” (Laurea e Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale). È autore di numerosi libri e pubblicazioni scientifiche di queste materie. Quale professore e Presidente del MIP, collabora a migliorare il successo dei vari MBA, Executive MBA, Master and Executive programme della scuola. Fino a 2017 è stato membro del Consiglio Direttivo di ASFOR, l’Associazione Italiana per la Formazione Manageriale. È poi Presidente del Consiglio di Amministrazione di ACE, Alliance of Chinese and European Business Schools e siede in altri associazioni accademiche internazionali.

Raffaella MANZINI

Raffaella MANZINI ha conseguito una laura in Ingegneria Gestionale al Politecnico nel 1994. È Professore Ordinario presso l’Università Cattaneo dove ha la delega del Rettore per la Ricerca dal 2015. È docente di vari corsi nel campo di tecnologia e innovazione nei corsi di laurea triennale, specialistica e dottorato. La sua ricerca si concentra su R&S, gestione dell’innovazione, strategia della tecnologia, innovazione e proprietà intellettuale. Vanta più di 60 pubblicazioni su riviste internazionali e ha collaborato a numerosi progetti con aziende e associazioni commerciali. Dal 2014, è a capo del programma di dottorato in “Management, Finance and Accounting”.

Alfonso FRANCIOSI

Alfonso FRANCIOSI è Professore di Fisica presso l’Università di Trieste. É Presidente e Amministratore delegato di Elettra-Sincrotrone Trieste S.C.p.A. Ha conseguito una laurea con lode in Fisica presso l’Università di Roma e un Dottorato presso l’Università Wisconsin-Madison. É stato inoltre Professore Associato di Ingegneria Chimica e Scienza dei Materiali presso l’Università del Minnesota. É membro dell’American Physical Society. Ha all’attivo più di 300 articoli su riviste internazionali sulle eterostrutture di semiconduttori, superlattici, nucleazione e crescita, laser e radiazione di sincrotrone.

Marco PELOI

Marco PELOI è Direttore dell’Industrial Liaison Office di Elettra. Ha una laurea in Fisica e un Dottorato in Scienza della Materia. Vanta più di 20 anni nella ricerca applicata e sviluppo di tecnologia. È stato project manager in vari progetti di ricerca per PMI e grandi imprese. Ha partecipato a collaborazioni con i Dipartimenti di Trasferimento Tecnologico di numerosi laboratori e centri scientifici. Detiene vasta esperienza nella creazione e gestione di imprese del settore delle nanotecnologie.

Matteo AMATI

Matteo AMATI è scienziato attivo presso la linea ESCAmicroscopy di Elettra – Sincrotrone Trieste.
Ha conseguito un Dottorato intitolato “Scuola di Dottorato di Ricerca in Fisica, Astrofisica e Fisica Applicata – Università degli Studi di Milano e Università Cattolica del Sacro Cuore”.
La sua ricerca si concentra sulla microscopia, XPS, nanotecnologia, attività catalitica e elettrochimica e sulle celle a combustibile ad ossidi solidi (SOFC).

Marco ZANGRANDO

Marco ZANGRANDO ha conseguito una laurea in Fisica presso l’Università di Trieste e un Dottorato in Ingegneria matematica e fisica presso l’Università tecnica di Praga. Dal 1999, lavora allo sviluppo di strutture di larga scala (sincrotroni e laser a elettroni liberi). Dal 2006 ha poi lavorato al progetto FERMI, il nuovo laser ad elettroni liberi. Dal 2011 guida questo gruppo di lavoro denominato PADReS che si concentra sui sistemi di trasporto di fotoni.

Mathew E. DIAMOND

Mathew E. DIAMOND è vicedirettore della SISSA – Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, dove è entrato nel 1995. Oggi è anche docente di neuroscienza cognitiva.
Ha conseguito una Laurea in neurobiologia presso l’Università della North Carolina (USA) nel 1989 e dal 1989 al 1991 è stato ricercatore presso la Brown University, USA.

Marco TEZZELE

Marco TEZZELE si è laureato in Scienze Matematiche all’Università di Pavia e ha poi conseguito la laurea specialistica in Scienze matematiche presso l’Università degli studi di Milano. A seguire ha frequentato un Master in High Performance Computing presso la SISSA. Attualmente è ricercatore presso il medesimo istituto presso il gruppo mathLab.

Christina VLACHOULI

Christina VLACHOULI lavora presso il gruppo di neuroscienza all’interno del laboratorio di biologia molecolare. Ha conseguito un Dottorato in Neuroscienza presso la SISSA. Il suo campo di ricerca è la Biologia Molecolare e in particolare la Neurogenomica.

Antonio LANZA

Antonio LANZA è Professore assistente di astrofisica e direttore dell’Information Technology and Computing Services della SISSA. Ha conseguito un dottorato in astrofisica. La sua ricerca si concentra sull’astrofisica relativistica, relatività numerica e rotazione stellare. È membro della Royal Astronomical Society.

Erik ZORZIN

Erik ZORZIN ha studiato elettronica e fisica. Ha lavorato per numerose aziende del settore dell’industria, telecomunicazioni e difesa aerospaziale militare. Nel 2012 è entrato nello staff tecnico del dipartimento di neuroscienze della SISSA, nel laboratorio di meccatronica, per lo sviluppo di tecnologie avanzate grazie alla fusione delle competenze di meccanica, elettronica e stampa 3D. Collabora inoltre con il laboratorio di ricerca SAMBA.

Fabrizio MANZINO

Fabrizio MANZINO ha studiato ingegneria biomedica presso l’Università di Trieste. Ha lavorato a lungo come sviluppatore di software e ha inoltre collaborato con la SISSA per la creazione del laboratorio di meccatronica. Nel 2018 ha co-fondato Cynexo, una start-up di SISSA: produce strumenti che vanno oltre la commercializzazione di prodotti. Per conseguire un livello di customizzazione elevato, l’azienda sfrutta sistemi di prototipazione rapida e strumentazione virtuale.

Alberto SARTORI

Alberto SARTORI è ricercatore post-doc presso SISSA. La sua ricerca si concentra sullo sviluppo di tecniche numeriche legate all’ High Performance Computing, analisi a elementi finiti e sul metodo Lattice Boltzmann Method. Ha conseguito un Dottorato di Ricerca in Scienza ed Energia nucleare presso il Politecnico di Milano. È coordinatore assistente presso il Master in High-Perfomance Computing e presso i corsi di Programmazione avanzata sia presso SISSA che Università di Trieste.

Michele GIANI

Michele GIANI è biogeochimico marino, coordinatore del gruppo di ricerca Marine Biogeochemistry and Ecological Research presso l’Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale di Trieste. Detiene vasta esperienza nel ciclo biochimico del carbonio, azoto e fosforo in ambiente marino, nella distruzione degli agenti inquinanti e nello studio delle distrofie di ambienti marini. È Membro del consiglio di presidenza dell’Associazione Italiana di Oceanografia e Limnologia (AIOL).

Mounir GHRIBI

Mounir GHRIBI è a capo dell’International Cooperation and Strategic Partnerships e Direttore della Blue Growth Initiative presso l’Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale di Trieste. È membro di facoltà dell’ Euclid Intergovernmental University e Professore di Sviluppo sostenibile e Scienze diplomatiche. Ha conseguito un Dottorato sui metodi monitoraggio ambientale presso l’Università di Trieste. Inoltre, detiene un Master in Open Innovation and Knowledge Transfer (MIT) del Politecnico di Milano. È stato funzionario dell’UNIDO – Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo industrial lavorando a programmi di assistenza tecnica sulla gestione delle zone costiere, sviluppo industriale sostenibile, processi produttivi puliti e tecnologie per l’energia rinnovabile. Ha poi rappresentato l’Italia in numerosi consessi internazionali, quali ad esempio l’ Euro-Mediterranean Dialogue Forum (Dialogue 5+5) e il G7 Future of Seas and Oceans per volontà del MIUR – Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca.

Giancarlo VECCHI

Giancarlo VECCHI è ricercatore di Politiche Pubbliche Press oil Dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano. È Docente di ““Public Analysis” e “Policy Evaluation”. Ha insegnato inoltre presso l’Università degli Studi di Milano e presso l’Università di Firenze. Fa parte dal 1996 del Nucleo di valutazione dell’Università Federico II di Napoli. Il suo lavoro trova applicazione nei settori della modernizzazione della pubblica amministrazione, valutazione delle politiche pubbliche e sistemi di gestione della performance.

Stefania Elisabeth GROTTI

Stefania Elisabeth GROTTI ha oltre venticinque anni di esperienza nel campo della leadership e gestione della ricerca. Attualmente è Responsabile dell’Ufficio Ricerche del Politecnico di Milano.
Nel corso degli anni, ha sviluppato forti capacità di leadership, che le hanno permesso di costruire con successo i suoi obiettivi. Ha contribuito in modo significativo a mantenere lo straordinario record di successo del Politecnico nella ricerca di fondi per la ricerca (in particolare per le call dell’UE). Sotto la sua guida il Politecnico è diventato l’università di ricerca di maggior successo in Italia.
Dal 2016 ricopre la posizione di presidente del comitato consultivo per la rete Vision2020 e dal gennaio 2018 è stata eletta nella rete Ncura come Segretaria della regione VIII.

Gabriele CONFORTOLA

Gabriele CONFORTOLA ha conseguito il Master in Ingegneria Civile e Ambientale presso il Politecnico di Milano nel 2010. È ricercatore al Politecnico. I suoi interessi di ricerca riguardano l’idrologia di montagna, la sedimentologia, le reti idrometriche, l’idoneità degli habitat fluviali, la valutazione degli impatti dei cambiamenti climatici, le rilevazioni GPS e la modellazione GIS, la gestione dei progetti di ricerca.
È assistente didattico al Politecnico, facoltà di Architettura, in architettura e pianificazione urbanistica, paesaggio e corsi di progettazione di infrastrutture: sistemi di drenaggio sostenibile, ripristino dei fiumi, sviluppo rurale, gestione e pianificazione del territorio, conservazione del suolo e prevenzione dei pericoli naturali.
È consulente indipendente in ingegneria idraulica delle costruzioni, idroelettrico, valutazione del rischio di alluvioni, autorizzazioni ambientali, risparmio energetico ed efficienza, certificazione energetica.
Sostiene il Rettore e i Dipartimenti nel coordinamento dei centri di ricerca congiunti tra il Politecnico e i partner industriali strategici.

Stefano MIZIO

Stefano MIZIO è responsabile del Programma di Startup Acceleration e China Projects presso Polihub. Polihub è l’Innovation District & Startup Accelerator del Politecnico di Milano. Ha conseguito una laurea in Ingegneria Elettronica presso l’Università di Palermo e un Master Executive in Business Administration presso il MIP. Detiene poi una specializzazione in Product Management presso la UC of Berkeley Haas School of Business. Ha varie esperienze lavorative con diverse organizzazioni private e non profit con particolare attenzione alla strategia tecnologica e sul miglioramento dei processi di innovazione per le aziende tramite l’implementazione di startup e le metodologie di innovazione agile, con esperienza pratica nell’avvio delle aziende. Ha anche avuto esperienze nella Silicon Valley e nel Regno Unito come scouting tecnologico e commerciale. È relatore al Congresso sull’imprenditoria globale. È docente di Entrepreneurship Innovation & Startup presso il MIP.

Fabrizio AMARILLI

Fabrizio AMARILLI è Project Manager presso la Fondazione Politecnico di Milano. Ha conseguito la laurea in Ingegneria Industriale presso il Politecnico di Milano nel 1996 e un Executive MBA presso il MIP. Alla Fondazione Politecnico di Milano contribuisce al coordinamento e alla realizzazione di progetti di ricerca. Attualmente è impegnato nei progetti Horizon2020 PASSION sulla progettazione di nuove tecnologie per l’implementazione delle reti metropolitane di prossima generazione e di CLEVER Cities sul processo di co-creazione di Nature Based Solutions nelle smart cities. Ha un’esperienza di 10 anni nel coordinamento di progetti finanziati dall’UE. Dal 2013 lavora anche come valutatore esperto per la Commissione europea nella valutazione dei progetti presentati nell’ambito dei programmi Horizon2020 e COST. Inoltre, ha acquisito una vasta esperienza nella fornitura di servizi di innovazione digitale alle aziende, tra cui la valutazione IT, la gestione delle modifiche e l’audit. Ha contribuito allo sviluppo della roadmap di trasformazione abilitata all’IT per diverse aziende, incluse le PMI e le grandi imprese. È docente di Sistemi Informativi al Politecnico di Milano e di Digital Transformation in corsi MBA presso il MIP.

Manuela GRECCHI

Manuela GRECCHI è laureata in Architettura al Politecnico di Milano e in Ingegneria edile nel 1991. Attualmente è Professore Ordinario di Architettura Tecnica al Politecnico di Milano nel campo delle tecnologie, del risanamento e del retrofit energetico. È stata Vice Rettore del Politecnico di Milano, responsabile per gli edifici e le proprietà. Dal 2017 è Vice Rettore del Polo Territoriale di Lecco. Insegna “Refurbishment and Energy Retrofit” e “Architectural Technology Studio” presso il Polo di Lecco del Politecnico di Milano. È a capo del RE3_Lab, Building Refurbishment ed Energy Efficiency Lab, nel campus di Lecco. La sua ricerca si concentra sull’edilizia sociale e sul risanamento ed il retrofit energetico di edifici del secondo dopoguerra. Partecipa a numerosi progetti di ricerca strategici nazionali ed europei, in particolare sulle tecnologie per il risparmio energetico per l’adeguamento dell’involucro edilizio.

Marco TARABINI

Marco TARABINI ha conseguito il master in Ingegneria Meccanica presso il Politecnico di Milano e successivamente il PhD con lode in Ingegneria dei sistemi meccanici al Politecnico di Milano. È Assistant Professor (Tenure Track) di Mechanical and Thermal Measurement presso il Politecnico di Milano. La sua ricerca si concentra sullo studio della risposta del corpo umano alla vibrazione, all’acustica e alla progettazione di strumenti di misurazione da utilizzare in ambienti difficili. Tarabini è autore di libri, oltre 40 lavori scientifici pubblicati su riviste peer-reviewed e oltre 70 lavori pubblicati in atti di conferenze. È membro del comitato di redazione di due riviste scientifiche e direttore del servizio PoliLINK @ Lecco.

Modulo 5 – Rifiuti radioattivi e smantellamento di impianti nucleari

Mario Mariani

Mario MARIANI ottiene una laurea in Chimica presso l’Università degli Studi di Pavia nel 1984 e il dottorato in Chimica a Roma nel 1988. Nel 1992 ha cominciato a lavorare al Politecnico di Milano come ricercatore nel Dipartimento di Energia nucleare. Come Professore Ordinario nel Dipartimento di Energia, conduce attività di insegnamento e ricerca in chimica nucleare e radiochimica, chimica delle radiazioni, dosimetria, smantellamento impianti e gestione rifiuti nucleari. Ruoli accademici istituzionali ricoperti: coordinatore della divisione di ingegneria nucleare, capo del laboratorio di radiochimica e chimica delle radiazioni, membro del consiglio di dipartimento, membro di facoltà del programma di dottorato in Energy and Nuclear Science and Technology- STEN.

Rosella RUSCONI

Rosella RUSCONI lavora come fisica per il centro di protezione radiazioni di ARPA Lombardia, agenzia di protezione ambientale. Il centro si occupa di temi relativi alla radioprotezione, dalla misurazione (sia sul campo che in laboratorio, sia gamma che analisi radiochimica) a valutazione dati e valutazione del rischio. Il centro è membro della rete nazionale per il monitoraggio della radioattività ambientale nonché consigliere scientifico dell’autorità nazionale e regionale per la salute per problemi relativi a materiale radioattivo. Rusconi è membro della rete IAEA-ALMERA. ARPA partecipa al gemellaggio europeo con Polonia ed Estonia sul tema della radioattività nell’acqua potabile. Dal 2000 ARPA è membro dei comitati ISO.

Laura PORZIO

Laura PORZIO si è laureata in Fisica presso l’Università degli Studi di Milano nel 1981 con una tesi sulla valutazione dell’impatto radiologico degli scarichi radioattivi nell’ambiente. Si è sempre occupata di controllo della radioattività nell’ambiente con particolare riferimento alla presenza degli impianti nucleare in Regione Piemonte. È responsabile dell’unità “Radiazioni Ionizzanti-Monitoraggio e Controllo Siti Nucleari” presso ARPA Piemonte (Agenzia per la protezione ambientale). Dal 2012 è membro del comitato UNI per le tecnologie industriali e la protezione dalle radiazioni. Dal 2017 è membro di ISIN (Autorità nazionale per la sicurezza e la protezione nucleare).

Celso OSIMANI

Celso OSIMANI è esperto di smantellamento nucleare, gestione rifiuti e protezione dalle radiazioni con più di 45 anni di esperienza nel settore nucleare. Terminati gli studi ha cominciato a lavorare presso l’impianto di Trino dove ha ricoperto il ruolo di direttore di impianto per più di 22 anni. È stato consulente nucleare per AIEA partecipando alle missioni OSART (Operating Safety Review Team) in qualità di esperto chimico, radiochimico e radio-protezione per le centrali di Borssele (Paesi Bassi, ottobre 1986), Calvert Cliffs (Maryland, USA, agosto 1987) e Guangdong (Cina, novembre e dicembre 1990), ed è esperto di start-up. È stato a capo dell’unità di demolizione di impianti nucleari e radioprotezione del JRC di Ispra per 17 anni.

Diego SANTORO

Diego SANTORO, laurea con lode al Politecnico di Torino in Ingegneria nucleare, è membro della Associazione Nazionale Professionale degli esperti qualificati italiani in protezione radiologica (ANPEQ). Ha cominciato la sua carriera nel settore degli idrocarburi prima di unirsi ad Ansaldo Nucleare nel 2003. Ha lavorato attivamente in molti progetti, sia in Italia che all’estero, come esperto in Decommissioning and Waste Management (D&WM), project engineering e site manager. Nel 2010 viene nominato Product Manager, responsabile per lo Sviluppo, la promozione e il marketing di prodotti legati al D&WM. Dal 2017 è a capo del Product Management Team UK – IT a seguito dell’acquisizione di NES – Nuclear Engineering Services (azienda britannica che produce sistemi e componenti nucleari per il D&WM) da parte di Ansaldo Nucleare.

Roberto VESPA

Roberto VESPA è laureato in Ingegneria nucleare al Politecnico di Milano. Ha acquisito la qualificazione di esperto in radioprotezione di terzo grado. Dal 2000 è direttore tecnico di MITNucleare (ora MITAmbiente). La sua attività ha sempre riguardato il trasporto e la gestione di materiale radioattivo e fissile, le attività di decontaminazione e di smantellamento, il trasporto internazionale di merci pericolose e la gestione di rifiuti industriali speciali (pericolosi e non pericolosi) e WEEE (Waste Electrical and Electronic Equipment).

Stefano DE CRESCENZO

Stefano DE CRESCENZO si è laureato in Fisica nel 1985 (tesi sul controllo qualità in medicina nucleare) e specializzato in fisica medica nel 1988 (tesi sull’incidente a Chernobyl). Dal 1987 al 1990 ha lavorato presso l’Agenzia di Radioprotezione ambientale nella sede di Milano. Dal 1990 al 1991 ha lavorato presso il dipartimento di fisica medica dell’ospedale Niguarda a Milano. Dal 1991 al 2011 è stato professore di tecnologie biomediche nel Dipartimento di Fisica presso l’Università degli Studi di Milano. Dal 2018 lavora nel Dipartimento di Fisica medica dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Fabrizio CAMPI

Fabrizio CAMPI ha conseguito la laurea in Ingegneria nucleare al Politecnico di Milano nel 1988. È Professore Associato al Politecnico e insegna “Radiation Protection” e “Applied Radiation Protection” dal 2001. Dal 1992 al 2001 è stato assistente professore al Politecnico di Milano. Dal 1989 al 1992 è stato ricercatore presso CISE S.p.A. e tecnico responsabile della campagna sperimentale per la validazione delle tecniche di riduzione dei NOX per ENEL. Attualmente è a capo del laboratorio di radioprotezione del Politecnico di Milano. È anche co-autore di più di 60 articoli scientifici e di 4 brevetti nel settore della misurazione delle radiazioni e protezione. È inoltre RPE (esperto qualificato di terzo grado) secondo il decreto legislativo italiano 230/95.

Luca Saverio Angelo CODISPOTI

Luca Saverio Angelo CODISPOTI è laureato in Ingegneria nucleare al Politecnico di Milano e ha ottenuto anche una specializzazione in radioprotezione presso il campus biomedico dell’Università Tor Vergata di Roma. Lavora come ricercatore presso il laboratorio di radioprotezione del Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano e collabora con il Dipartimento di Fisica della salute dell’ospedale Humanitas-Gavazzeni di Bergamo.

Eros MOSSINI

Eros MOSSINI ha una laurea in Ingegneria nucleare e un dottorato in Energia e scienze nucleari al Politecnico di Milano. Attualmente è ricercatore in radiochimica e chimica delle radiazioni presso il Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano. È stato supervisore di tesi di master sullo smantellamento del reattore di ricerca L-54M. Ha attivamente partecipato a progetti di ricerca nazionali ed europei. È consulente tecnico dell’IAEA all’interno di un progetto di ricerca collaborativa sugli approcci di lavorazione della grafite irradiata.

Michele GILI

Michele GILI è nato nel 1960. Ha una laurea magistrale in Ingegneria nucleare conseguita presso il Politecnico di Torino. È nel settore nucleare da più di 30 anni. Dal 1987 lavora presso EUREX. È stato coinvolto in tutte le attività dell’impianto. Gili è al momento Responsabile Disattivazione dell’impianto di ricerca EUREX. I suoi temi di principale interesse sono la gestione dei rifiuti radioattivi, la sicurezza degli impianti nucleari e le questioni legate al decommissioning, le procedure di autorizzazione e la gestione delle parti coinvolte.

Elisa GUARDIA RONDO

Elisa GUARDIA RONDO è nata a Biella nel 1988. Ha conseguito la laurea magistrale in Ingegneria biomedica presso il Politecnico di Torino nel 2013 e un MBA presso la Copenaghen Business School. Ha iniziato la sua carriera all’impianto EUREX nel Dipartimento di Fisica sanitaria, dove è stata coinvolta in diverse attività. Ha ottenuto la qualificazione di esperta in radioprotezione di secondo grado. Ha lavorato con IAEA alla Peer Review del piano generale di smantellamento di SOGIN come responsabile del Task Dossier dell’impianto EUREX.

Fulvio MATTIODA

Fulvio MATTIODA è nato in Italia nel 1970. Ha conseguito il diploma di laurea magistrale in Ingegneria nucleare e il dottorato in Fisica del reattore nucleare presso il Politecnico di Torino. Ha più di 20 anni di esperienza in diversi segmenti e posizioni del settore nucleare. È stato coinvolto in diverse attività a livello nazionale e internazionale. Lavora a ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) nell’ambito di diversi progetti di ricerca nazionali ed europei per la gestione di HLW. È stato responsabile per la radioprotezione e la sicurezza di diversi impianti nucleari gestiti da SOGIN: la centrale nucleare di Trino, l’impianto di riprocessamento del combustibile di Saluggia e l’impianto Fabbricazioni Nucleare di Bosco Marengo. È stato responsabile della caratterizzazione della centrale nucleare di Trino, della quale è attualmente responsabile. Coordina i laboratori di fisica sanitaria, chimica e radiochimica. Si occupa dell’unità di controllo impianti e di sicurezza. Gestisce circa 30 contratti relativi alla gestione dei rifiuti e allo smantellamento della centrale nucleare di Trino.

Sabrina ROMANI

Sabrina ROMANI è nata a Piacenza nel 1969. È laureata in Ingegneria elettronica con sotto-indirizzo microelettronica, dispositivi optoelettronici e strumentazione elettronica presso il Politecnico di Milano. Lavora dal 1999 nella centrale nucleare di Caorso per Sogin. Nel 2002 è stata iscritta dall’Ispettorato medico centrale nell’elenco nominativo come esperto qualificato in sorveglianza fisica di radioprotezione di terzo grado. È stata anche Responsabile del Centro di Taratura a Caorso. Insieme al suo team ha ottenuto l’ampliamento dell’accreditamento e ha fornito agli impianti nucleari gestiti da Sogin e da terze parti il servizio di taratura degli strumenti di radioprotezione. Dal 2003 al 2010 è stata Responsabile Chimica e Fisica Sanitaria all’impianto di Caorso. Ha portato avanti importanti operazioni in campo di radioprotezione, come il trasporto e il riprocessamento di carburante nucleare irradiato, lo smantellamento dei sistemi dell’edificio turbine e dei suoi componenti, la decontaminazione dei circuiti primari. Ha coordinato gruppi di lavoro per l’Ente Nazionale Italiano di Unificazione (Uni). Ha partecipato al Stakeholder Committee al Metro Decom Project, un progetto europeo avente l’obiettivo di applicare la metrologia al decommissioning. Nel 2006 consegue la patente per la Direzione della Centrale Nucleare di Caorso. Dal 2010 al 2012 ha fatto parte del consiglio direttivo dell’Associazione Italiana di Radioprotezione (AIRP). È Responsabile Disattivazione della centrale nucleare di Caorso dal 2012. Ha presentato i progetti di adeguamento di edifici temporanei e di trattamento dei materiali attivati e contaminati. È responsabile del corretto mantenimento e del decommissioning della centrale nucleare di Caorso.

Lamberto MATTEOCCI

Lamberto MATTEOCCI si è laureato nel 1980 in Ingegneria nucleare all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Fino al 1982 ha collaborato con Ansaldo Nucleare, ex NIRA, alla progettazione di sistemi di reattori nucleari ad acqua bollente e ad acqua pressurizzata. Dal 1982 lavora per l’autorità italiana di regolamentazione competente per la sicurezza nucleare e la radioprotezione ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale). Dal 1995 al 2002 ha partecipato a diversi progetti dell’UE e dell’IAEA dedicati al tema della sicurezza nucleare. Nel 2007 è stato nominato Responsabile del Servizio di controllo attività nucleari. È esperto italiano di missioni dell’IRRS della IAEA. È Assistant to the Director alla WENRA (Western European Nuclear Regulators’ Association) e al ENSREG (The European Nuclear Safety Regulators Group). Da gennaio 2017 a luglio 2018 è stato coordinatore tecnico del Centro Nazionale per la Sicurezza nucleare e Radioprotezione di ISPRA. Da agosto 2018 è vicedirettore dell’Ispettorato nazionale per la sicurezza nucleare e la radioprotezione (ISIN).

Mario DIONISI

Mario DIONISI si è laureato in Ingegneria nucleare nel 1983 all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Fino al 1986 ha collaborato con il Dipartimento di Energetica de “La Sapienza” per attività di ricerca e sviluppo. Dal 1986 al 1992 ha lavorato per ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) nel Dipartimento Ciclo del Combustibile di Casaccia. Dal 1992 lavora presso l’autorità italiana di regolamentazione nucleare competente. Ha partecipato a iniziative nazionali e internazionali nel campo della gestione dei rifiuti radioattivi (OECD/NEA, UE, IAEA, WENRA). Dal 1999 partecipa come Project and Task Leader a diversi progetti di cooperazione internazionale sulla sicurezza nucleare, a corsi e a programmi di assistenza promossi da UE e IAEA. Nel 2008 è nominato a capo del settore rifiuti radioattivi del Dipartimento nucleare di ISPRA. Da gennaio 2017 è a capo dell’Area tecnologie nucleari del Centro Nazionale per la Sicurezza nucleare e Radioprotezione di ISPRA (da agosto 2018 ISIN, il nuovo Ispettorato nazionale per la sicurezza nucleare e la radioprotezione).

Massimo ALTAVILLA

Massimo ALTAVILLA si è laureato in Fisica nel 1998 all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Ha lavorato fino al 2002 a Dublino per la Engitech Limited come responsabile di un progetto di ricerca europeo inerente allo sviluppo di un’infrastruttura e-commerce multicanale. Dalla fine del 2002 al 2004 ha lavorato come responsabile ricerca e sviluppo a diversi progetti internazionali in ambito nucleare presso l’azienda italiana RTS instruments. Ha dato assistenza tecnica ad alcuni dei principali clienti dell’azienda: la Centrale Elettronucleare di Caorso, il WIPP (Waste Isolation Pilot Plant), New Mexico (USA), la Centrale Nucleare di Rivnens’ka (Ucraina). Dal 2004 lavora presso ISPRA ed è responsabile del settore dosimetria delle radiazioni ionizzanti della divisione di radioprotezione; dal 2004 lavora anche come esperto della caratterizzazione radiologica per l’autorità italiana di regolamentazione nucleare competente. A partire dal 2008 è esperto di radioprotezione dell’ISPRA (ISIN). La sua sfera di competenza comprende la caratterizzazione radiologica, l’allontanamento di materie, la metrologia delle radiazioni, la radioprotezione e l’uso del software MCNP.

Fabrizio TRENTA

Fabrizio TRENTA è nato nel 1976. È laureato in Ingegneria elettronica. Lavora dal 2004 presso l’autorità italiana di regolamentazione nucleare ISIN. Dal 2004 al 2007 è stato coinvolto nella gestione della rete italiana automatica di monitoraggio per emergenze nucleari e radiologiche. Dal 2008 al 2010 ha lavorato al laboratorio di spettroscopia gamma prendendo parte a diverse attività internazionali della “Comprehensive Nuclear Test Ban Treaty

Organization – CTBTO”. Dal 2011 è impegnato in progetti italiani di decommissioning. È ispettore di polizia giudiziaria. È anche responsabile della gestione dei progetti di decommissioning delle centrali nucleari Trino e Garigliano. Partecipa a diversi gruppi di lavoro sul decommissioning e RWM come il WENRA Working Group on Waste management and Decommissioning (WGWD), il OECD-NEA Working Party on Dismantling and Decommissioning ed è stato recentemente nominato membro del nuovo OECD-NEA Committee on Decommissioning and Legacy Management. Inoltre è impegnato nella preparazione e nella revisione dei report delle conferenze internazionali sul nucleare (Convention on Nuclear Safety and Joint Convention) e nella partecipazione come delegato ai review meetings.

Giulio MARAZITA

Giulio MARAZITA è nato a Roma nel 1985. Ha conseguito la laurea in Ingegneria chimica presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Lavora al sito di Casaccia da 6 anni (Impianto Plutonio e Laboratorio Operazioni Calde). Ha ottenuto la licenza di supervisore per l’Impianto Plutonio. Marazita è al momento responsabile della gestione di rifiuti radioattivi e materie nucleari dell’impianto SOGIN di Casaccia. La sua area si occupa di supportare tutte le fasi di smantellamento e di mantenere la contabilità delle materie nucleari secondo i regolamenti internazionali e nazionali.

Paola NEGRINI

Paola NEGRINI è nata a Roma nel 1971. Ha conseguito la laurea magistrale in Ingegneria nucleare all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Lavora nel campo della radioprotezione dal 1996 e in quello nucleare con SOGIN dal 2012. È esperta qualificata di radioprotezione. È stata responsabile di fisica sanitaria e di caratterizzazione di materie e rifiuti nucleari del sito di Casaccia (Impianto Plutonio e OPEC). Nel 2013 ha ottenuto la licenza di supervisore e nel 2014 quella di direttore tecnico per l’impianto di produzione di combustibile nucleare (Impianto Plutonio). Da gennaio 2015 è direttrice degli Impianti Plutonio e OPEC. L’obiettivo della sua area è la pianificazione, il coordinamento e l’esecuzione del decommissioning e delle attività di sicurezza secondo i regolamenti internazionali e nazionali.

Maurizio PIETROBON

Maurizio PIETROBON, ottenuta la laurea magistrale in Ingegneria meccanica nel 1990, ha iniziato a specializzarsi nel settore nucleare a partire dal 1994 nella sezione nucleare dell’ENEL e a partire dal 1999 a Sogin. Dopo aver ricoperto ruoli tecnici e gestionali nei progetti di stoccaggio a secco del combustibile irraggiato delle centrali ex-ENEL, è stato responsabile dell’unità Project Engineering & Licensing e successivamente dell’unità Licensing di SOGIN. Nel 2012 ha ricevuto l’attestato di idoneità alla direzione tecnica di impianti nucleari di fabbricazione (Impianto Plutonio) e la certificazione PMI-PMP Project Management Professional. Dall’aprile 2013 è Responsabile della Disattivazione degli impianti Plutonio e OPEC-1 di Casaccia.

Flaviano BRUNO

Flaviano BRUNO ha conseguito la laurea in Ingegneria nucleare presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e vanta 20 anni di esperienza nel settore nucleare, sia in Italia che all’estero. È stato responsabile per le attività italiane sul combustibile nucleare esaurito e per la gestione dei rifiuti nucleari radioattivi durante il suo lavoro presso l’ufficio di Mosca di Sogin S.p.A. – Società Gestione Impianti Nucleari nel quadro del supporto italiano al G8 Global Partnership Programme. Attualmente è responsabile per i rifiuti radioattivi e per la gestione del materiale nucleare all’interno del Dipartimento di Ingegneria e Radioprotezione. Qui collabora alla definizione della strategia per il trattamento dei rifiuti radioattivi e per la gestione del materiale nucleare, con particolare attenzione per la gestione del combustibile nucleare esaurito, analisi di processi presso i siti di Sogin e ottimizzazione del volume per il deposito temporaneo di rifiuti presso i siti.

Gian Paolo DI BARTOLOMEO

Gian Paolo DI BARTOLOMEO è nato in Italia nel 1972. Ha una laurea magistrale in Ingegneria civile e un master in Industrial Safety conseguiti presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Da più di 15 anni si occupa di sicurezza nucleare degli impianti italiani. È esperto di studi di affidabilità e analisi del rischio sia in campo nucleare sia convenzionale. Come esperto di ingegneria della sicurezza antincendio ha supervisionato l’autorizzazione delle pratiche per l’autorità di controllo e ha collaborato a diversi progetti della Commissione Europea per l’implementazione della sicurezza antincendio nelle centrali nucleari dell’Europa dell’Est (Ucraina e Federazione Russa). Ha condotto studi sulla sicurezza per il programma internazionale GTRI (Global Threat Reduction Initiative). Si è anche occupato della progettazione di diversi depositi di materiali nucleari. È al momento Responsabile Analisi di Sicurezza di SOGIN.

Modulo 6 – Efficienza energetica nell’industria

Enrico CAGNO

Enrico CAGNO è Professore Ordinario presso il settore scientifico di Impianti Industriali Meccanici del Politecnico di Milano. Insegna “Sistemi Industriali: sostenibilità e sfide sociali” nell’ambito del Dottorato in Management, Economia e Ingegneria (PhD-DRIG), presso il Politecnico di Milano; “Design e Gestione dei Sistemi di Produzione” (MSc), presso la Scuola di Ingegneria Industriale e Informatica del Politecnico di Milano; “Project Management” (MSc) presso la Scuola di Ingegneria Industriale dell’Università Carlo Cattaneo (LIUC) di Castellanza (VA). Il focus della sua attività è rivolto alla sostenibilità Industriale nei sistemi di produzione e all’analisi e gestione del rischio. È autore di più di 300 pubblicazioni.

Livio DE CHICCHIS

Livio DE CHICCHIS lavora come Energy Management Analyst per la Federazione Italiana per l’Efficienza Energetica (FIRE). Si è laureato in Ingegneria energetica con una tesi sul meccanismo dei certificati bianchi (WhC) in Italia. È certificato CMVP (professionista della misura e verifica), certificazione internazionale rilasciata dall’Associazione degli ingegneri energetici (AEE) in collaborazione con l’Efficiency Valuation Organization (EVO). Ha lavorato su progetti europei finanziati da Horizon 2020, in particolare EU-MERCI, GuarantEE, ESI Europe e Investor Confidence Protocol. Negli ultimi anni ha tenuto diversi corsi di formazione inerenti ai certificati bianchi organizzati da FIRE, ENEA, Tim, Trenitalia, Sole 24 Ore, ed è stato relatore su questo tema in conferenze e meeting istituzionali. È co-autore di due articoli in riviste specializzate sullo schema dei certificati bianchi e sul ruolo dell’energy manager in Italia. La sua attività di ricerca include anche i sistemi di gestione dell’energia (EMS) certificato ISO 50001, i contratti di prestazione energetica (EPC), l’efficienza energetica nei processi industriali e i benefici non energetici (è co-autore di due report di ricerca a riguardo).

Modulo 7 – Protezione ambientale e sviluppo sostenibile: i permessi di emissione

Stefano CERNUSCHI

Professore ordinario a tempo pieno di Ingegneria Ambientale e Tecnologie per il controllo dell’Inquinamento Aereo. La sua attività scientifica è focalizzata sui temi dell’inquinamento atmosferico e dello smaltimento dei rifiuti solidi; ha condotto ricerche sulla caratterizzazione, le metodologie di valutazione e i trattamenti delle emissioni atmosferiche, l’analisi e la descrizione della qualità dell’aria e le implicazioni ambientali delle tecnologie di smaltimento di rifiuti solidi. È autore e co-autore di più di 120 pubblicazioni a livello nazionale e internazionale. È Presidente del Comitato Scientifico di LEAP (Laboratorio Energia e Ambiente Piacenza), struttura consorziata con il Politecnico di Milano, e presidente del Consiglio di Corso di Studi in Ingegneria per l’Ambiente ed il Territorio dello stesso Politecnico.

Giovanni LONATI

Laureato in ingegneria civile con specializzazione in idraulica presso il Politecnico di Milano nel 1993, ha conseguito un Dottorato in Ingegneria Sanitaria presso lo stesso ateneo nel 1996.

Oggi è Professore Associato presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale del Politecnico di Milano. Dal 2000 è docente di ingegneria ambientale, in particolare nell’ambito dell’inquinamento atmosferico e tecnologie per il controllo dell’inquinamento dell’aria.

Nello specifico, la sua attività si concentra sull’analisi statistica dei dati dell’inquinamento dell’aria, metodi di misurazione della qualità dell’aria, analisi e speciazione chimica delle particelle aerodiffuse.

Fabio COLONNA

Fabio COLONNA si laurea in Chimica Industriale presso l’Università degli Studi di Milano. Dopo un’esperienza di lavoro nel privato (settore alimentare) approfondisce i suoi studi con il Master in Economia dei Sistemi Agroalimentari SMEA di Cremona (Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza). Dal 2002 lavora in ARPA Lombardia (Agenzia Regionale Protezione Ambiente), dapprima nell’ambito laboratoristico poi in quello delle ispezioni ambientali. Dal 2009 lavora presso il Settore Attività Produttive e Controlli della sede centrale di Milano dove si occupa principalmente, oltre che di ispezioni ambientali, di cooperare con ISPRA e con la Regione Lombardia per l’implementazione di linee guida e progetti attinenti alle emissioni in atmosfera, quale il progetto Rete SME. Dal 2013 aderisce attivamente al progetto europeo “IED Implementation” nell’ambito della rete IMPEL (a cui aderiscono le Agenzie dell’ambiente europee).

Andrea PAGANI

Andrea PAGANI, laureato in Ingegneria per la Sicurezza del Lavoro e dell’Ambiente (Università degli Studi dell’Insubria), ha lavorato dal 2009 presso Regione Lombardia occupandosi di aziende a rischio di incidente rilevante e dal 2014 lavora in ARPA dove segue tutt’ora le tematiche relative all’inquinamento atmosferico da sorgenti industriali ed è coinvolto nel progetto Rete SME di cui segue la progettazione e l’implementazione. È membro del CRSMEA (Centro Regionale Sistemi di Monitoraggio Emissioni in Atmosfera) e fornisce supporto a Regione Lombardia in merito alle tematiche emissive dei termovalorizzatori lombardi. Fornisce inoltre supporto tecnico in materia di SME nelle visite ispettive IPPC.

Arianna CATENACCI

Arianna CATENACCI è ricercatrice post dottorale al Politecnico di Milano da marzo 2017. Si è laureata nel 2009 e ha conseguito il dottorato di ricerca in Ingegneria ambientale e delle infrastrutture nel 2014 presso il Politecnico di Milano. Ha lavorato per un’azienda di consulenza ambientale tra il 2014 e febbraio 2017. Durante il dottorato al Politecnico di Milano e alla Università della Carolina del Nord a Chapel Hill si è occupata di rimozione di metalli pesanti e metalloidi dalle acque, concentrandosi sui modelli e sui metodi per descrivere e studiare i meccanismi coinvolti. I suoi interessi di ricerca comprendono la digestione anaerobica, nello specifico il test BMP (la valutazione del potenziale metanigeno) e lo sviluppo di modelli statistici di previsione; la codigestione di differenti substrati; la purificazione di biogas biologici.

Francesca MALPEI

Francesca MALPEI è Professore Ordinario di trattamento delle acque reflue al Politecnico di Milano, Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale e membro del Collegio Docenti del dottorato in Ingegneria Ambientale e delle Infrastrutture (IAI). È Responsabile Scientifico dei laboratorio “A.Rozzi” e “Ingegneria Ambientale” (Dipartimento DICA) e di “Fabbrica della Bionergia” (Polo Cremona, Politecnico di Milano), un centro di ricerca e trasferimento tecnologico sui processi anaerobici e il recupero di energia rinnovabile e materia da acque reflue/rifiuti (aumento biodegradabilità, modelli, bioreattori anaerobici a membrana, bioidrogeno per dark fermentation, biometano per metanogenesi idrogenotrofa).

Ettore TERRIBILI

Ettore TERRIBILI lavora per COOP Lombardia. È referente per le politiche sociali, l’area ambiente, lo spreco alimentare, l’economia circolare e l’economia civile.

Eleonora PEROTTO

Eleonora PEROTTO, laureata con lode in Scienze Ambientali presso l’Università degli Studi di Milano nel 2000, ha conseguito il dottorato in Ingegneria Sanitaria-Ambientale presso il Politecnico di Milano nel 2005. È attualmente capo del servizio Sostenibilità e Mobility Manager del Politecnico di Milano, dove ricopre anche il ruolo di Program Manager del progetto “Città Studi Campus Sostenibile”, di referente operativa di Ateneo per la RUS (Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile) e di co-coordinatrice del GdL Rifiuti della RUS. È Professore a contratto per il master in Gestione della Manutenzione industriale (Università degli Studi di Bergamo e MIP) e docente nell’ambito di diversi altri corsi/master aventi per tema la sostenibilità. È membro del Comitato scientifico della rivista “Ingegneria dell’ambiente” (Open Access) ed è stata membro del Comitato di redazione della rivista “Energia e Ambiente Oggi” (prima rivista “Inquinamento”) sino alla chiusura della stessa nel 2016. È oggi “esperta” per la casa editrice ISPOA (Gruppo Wolters Kluwer) sui temi della certificazione ambientale di prodotto e sistema. È autrice di più di 150 pubblicazioni (tra cui due libri). È auditor di terza parte per la norma ISO 14001 e auditor di prima parte per le norme ISO 9001, ISO 17025 e ISO 14001.

Mara CHILOSI

Mara CHILOSI, avvocato del Foro di Milano, socio fondatore di Chilosi Martelli Studio Legale Associato. Si occupa principalmente di diritto dell’ambiente e dei servizi pubblici locali di rilevanza ambientale, di sicurezza sul lavoro e di responsabilità da reato degli enti. In tali materie, presta assistenza e consulenza legale ad imprese ed enti pubblici e privati e ad associazioni di categoria per la risoluzione di problematiche connesse alla gestione dei rifiuti (ivi comprese le tematiche della gestione degli imballaggi, del trasporto transfrontaliero dei rifiuti e della responsabilità estesa del produttore), agli scarichi idrici, alle autorizzazioni ambientali, a situazioni di inquinamento. Effettua audit ambientali e di sicurezza, due diligence preventive all’acquisizione di terreni, stabilimenti industriali o società, risk assessment ambientali e di sicurezza. Cura l’implementazione dei modelli di organizzazione, gestione e controllo ex D.lgs. 231/01 e partecipa ad organismi di vigilanza; svolge attività di formazione e di auditing su Modelli 231; presta inoltre attività di difesa e consulenza tecnica in procedimenti giudiziari in materia di responsabilità amministrativa dell’impresa ex D.lgs. 231/01. Quale consulente di direzione di imprese ed enti operanti nel settore ambientale, offre il proprio supporto, anche in situazioni patologiche e di crisi, nell’assunzione delle scelte strategiche ed organizzative, nella formazione ai soggetti apicali e nella definizione dei sistemi di potere. Nelle suddette aree specialistiche, è autrice di diverse pubblicazioni su riviste e volumi e di alcune monografie ed è stata relatrice in numerosi convegni ed iniziative formative.

Cesare AUBERTI

Cesare AUBERTI è nato nel 1976. Al termine degli studi ha iniziato a lavorare per un ente di certificazione internazionale come QSA lead auditor di un grande progetto di prospezione e produzione di gas e petrolio. In seguito è stato nominato Project Quality Manager del progetto dedicato alla prima unità flottante di rigassificazione di gas naturale liquido e Project Manager per l’implementazione del sistema di gestione QSA del Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea. Ha iniziato a lavorare per Bureau Veritas Group nel 2014 come product manager di servizi di certificazione delle competenze e qualifica del personale. Nel 2016 con l’acquisizione di CEPAS, leader di mercato in Italia per le certificazioni del personale, è stato incaricato di gestire i processi di innovazione e le attività di sviluppo internazionale. CEPAS è oggi l’istituto di certificazione delle competenze e qualifica del personale più grande al mondo con più di 18000 persone certificate.

Emanuela DONATO

Emanuela DONATO è nata a Milano nel 1967. Si è diplomata al liceo linguistico ed è laureata in Lingue e letterature straniere moderne con specializzazione in francese e letterature francofone. Ha collaborato con alcune scuole milanesi fornendo lezioni di supporto in materie linguistiche. Ha lavorato nella segreteria corsi della Green Music School. Dal 1996 ha ricoperto diversi incarichi in aziende e in fiere fino ad approdare in Bureau Veritas Group nel 1997. Il primo incarico è nella divisione Contratti di governo dove si occupa della pianificazione degli incarichi agli ispettori esterni e della verifica della reportistica relativa ai controlli della merce in esportazione. Nel 1998 passa in BVQI, dove si occupa dell’emissione certificati (ISO 9001 e 14001 in particolare). Successivamente passa al Planning (programmazione delle verifiche ispettive) e poi al nascente settore Agroalimentare (pianificazione audit, monitoraggio reportistica, emissione certificati). Dal 2011 si è occupata di controllo pre-tecnico dei report di audit. Dal 2012 ricopre il ruolo di coordinatrice dell’ufficio Administrative Review e Certificate Issuance.

Arianna AZZELLINO

Arianna AZZELLINO è Professore Associato al Politecnico di Milano. Si dedica principalmente al tema della gestione delle risorse ambientali. I suoi innumerevoli interessi di ricerca si concentrano soprattutto sulla modellizzazione di diverse matrici ambientali, tipicamente a supporto di valutazioni dell’impatto ambientale.

È stata titolare degli insegnamenti di “Ecologia”, “Fenomeni di inquinamento ambientale e metodi di controllo”, “Reti di Monitoraggio Ambientale: qualità”, “Ingegneria Sanitaria-Ambientale” e “Valutazione dell’Impatto Ambientale dell’Inquinamento” per i corsi triennale e magistrale di Ingegneria civile, ambientale e territoriale del Politecnico di Milano. È stata anche docente di corsi del dottorato di Ingegneria ambientale e delle infrastrutture. È autrice di 90 pubblicazioni peer review, di cui la metà circa è stata pubblicata su riviste internazionali.

Modulo 8 – Scenari climatici, politiche di adattamento e mitigazione

Paola Mercogliano

Paola MERCOGLIANO ha conseguito la laurea in Geofisica e un master in Fluidodinamica computazionale e previsioni meteorologiche. Ricercatore senior con oltre 12 anni di esperienza, dirige presso la Fondazione CMCC la divisione REMHI ed è leader del laboratorio di meteorologia del CIRA. Attualmente è a capo di un gruppo di ricerca che si occupa dello sviluppo di RCM, limited area NWP, slope stability e Hydrologic & Hydraulic models, con l’obiettivo di sviluppare catene di simulazione numerica, collegando in modo appropriato i modelli meteorologici e di impatto. Membro dal 2003 del consorzio europeo COSMO per lo sviluppo di COSMO LM e, dal 2008, della Comunità CLM per lo sviluppo di COSMO-CLM, ha preso parte a diversi progetti europei e internazionali, tra cui INTACT (FP7) come leader del WP sui cambiamenti climatici ed estremi climatici. Ha collaborato alla preparazione della relazione EEA 2017 sull’adattamento dei cambiamenti climatici e sulla riduzione del rischio di catastrofi naturali. È stata coinvolta nella preparazione della strategia nazionale e del piano di adattamento in Italia e nel report per l’Italia su cambiamento climatico e salute coordinato da WMO e ONU.

Giovanna LANDI

Giovanna LANDI, avvocato con sede a Milano specializzato in diritto ambientale, energetico e pubblico, è docente presso l’Università LUMSA. È stata docente di Diritto ambientale presso il Politecnico di Milano. È stata coinvolta dal CMCC nella stesura del Piano nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici. Il suo studio legale offre assistenza nel campo delle procedure ambientali e del rispetto della legge, dello sviluppo di progetti energetici, della normativa sull’efficienza energetica e della relazione con le autorità pubbliche. È autrice di pubblicazioni in materia ambientale ed energetica.

Giulia GALLUCCIO

Giulia GALLUCCIO è laureata in Economia Aziendale all’Università Bocconi di Milano e ha conseguito un dottorato in Scienza e Gestione dei Cambiamenti Climatici all’Università Ca’ Foscari di Venezia. È responsabile dell’ufficio Fund Raising della Fondazione Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici e supporta il coordinamento scientifico delle Divisioni di Ricerca con lo specifico ruolo di assicurare l’efficace partecipazione della Fondazione a bandi nazionali e internazionali di ricerca, promuovendo la cooperazione fra partners e ricercatori del CMCC. Coordina e partecipa a diversi progetti di ricerca nazionali e internazionali sui temi relativi alle politiche di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici e alla finanza del clima. È autrice e coordinatrice del Piano Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici.

Massimo TAVONI

Massimo TAVONI è Direttore del RFF-CMCC European Institute on Economics and the Environment (EIEE) e Professore Associato al Politecnico di Milano. Dal 2015 al 2018 è stato coordinatore del programma di ricerca Climate Change Mitigation alla Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM). Nel 2014-2015 è fellow al Center for Advanced Studies in Behavioural Science all’Università di Stanford (USA). Dal 2008 al 2010 è stato ricercatore post-doc all’Università di Princeton (USA) e, prima di allora, ricercatore in FEEM e CMCC. La sua ricerca affronta temi di economia dell’energia e del clima, in modo particolare la modellistica delle politiche di mitigazione internazionale. Ha pubblicato in modo estensivo nella letteratura, incluso un lavoro inserito tra le 50 migliori invenzioni del 2009 dalla rivista “Time”. È Lead Author del quinto e sesto rapporto dell’IPCC, codirettore dell’International Energy Workshop e viceeditore della rivista “Climatic Change”. È Principal Investigator di una European Research Council Starting Grant (COBHAM) e advisor sul cambiamento climatico per numerose istituzioni internazionali, tra cui OECD, l’Asian Development Bank e la World Bank. Ha conseguito la laurea in Ingegneria presso l’Università di Bologna, un Master of Science presso la London School of Economics e un PhD in Economia Politica presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Andrea BIGANO

Andrea BIGANO ha conseguito un dottorato in Scienze Economiche presso la Katholieke Universiteit Leuven (Belgio), un Master of Science in Environmental Economics presso la University College London (UK) e la laurea in Economia Politica presso l’Università Luigi Bocconi di Milano. È Scientist presso il Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC) e Senior Scientist presso il RFF-CMCC European Institute on Economics and the Environment (EIEE). È stato ricercatore senior presso la Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM) e visiting Chief Researcher in Economics presso il Climate Research Laboratory, Far Eastern Federal University (Vladivostok, Russia). È stato anche consulente presso Ref Ricerche, consulente scientifico presso il Centro Internazionale di Fisica Teorica “Abdus Salam” e ricercatore presso il Centro di studi economici Katholieke Universiteit Leuven (Leuven, Belgio). Ha contribuito alla ricerca sul nesso tra energia e ambiente (in termini di ruolo della sicurezza energetica, dell’efficienza energetica e della domanda di energia nella mitigazione dei cambiamenti climatici), sulle esternalità di energia e sugli impatti dei cambiamenti climatici sull’economia globale, con una particolare attenzione agli impatti su energia e turismo. È stato coordinatore scientifico del progetto europeo FP7 Secure sulla sicurezza energetica in Europa, ha coordinato il contributo scientifico di FEEM e CMCC nell’ambito di diversi progetti di ricerca europei e ha contribuito a progetti nazionali e internazionali di entrambe le istituzioni. È coinvolto nel dibattito nazionale ed europeo sulle politiche in materia di adattamento ai cambiamenti climatici: in qualità di lead author per i capitoli sull’energia e sul turismo per il 2016 EEA Climate Change Impacts and Vulnerabilities report dell’Agenzia Ambientale Europea; come coordinatore di settore per il turismo nell’ambito della strategia nazionale di adattamento italiano; come coordinatore di settore per l’energia e il turismo all’interno del Piano Nazionale di Adattamento a Cambiamenti Climatici (entrambi tender del Ministero dell’Ambiente italiano). È autore e coautore di numerose pubblicazioni in tema di economia ambientale ed energia.

Eleonora COGO

Eleonora COGO è Senior Scientific Manager presso la divisione Climate Simulation and Prediction a Bologna. Come membro della delegazione italiana partecipa ai negoziati ONU sui cambiamenti climatici (UNFCCC) che hanno portato all’accordo di Parigi, dove negozia per l’Unione Europea. È co-chair del gruppo europeo di esperti sull’adattamento (EGA) e supporta le attività del focal point IPCC per l’Italia. Ha lavorato come Senior Project Manager su progetti di riduzione delle emissioni (CDM) presso Ecosecurities (società controllata da J.P. Morgan) a Oxford e sul sistema di scambio delle quote di emissioni dell’Unione Europea (EU-ETS) presso la Bartucci SpA. È laureata in Ingegneria ambientale presso l’Università degli Studi di Trento con una specializzazione in Environmental Management conseguita presso la Aalborg University. Nel 2016 ha ottenuto un MBA presso la IE Business School. Nel 2017 ha vinto il Global Impact Challenge in Italia e ha partecipato al Global Solutions Program di Singularity University presso la NASA Research Park in Silicon Valley.

Silvia TORRESAN

Silvia TORRESAN è ricercatrice esperta in valutazione del rischio climatico, vulnerabilità e adattamento, e codirettore della divisione RAAS del CMCC (dal 2015). PhD in Scienze e gestione dei cambiamenti climatici all’Università Ca’ Foscari di Venezia (anno 2012), ha più di 10 anni di esperienza nello sviluppo e nell’applicazione di metodologie per la valutazione degli impatti ambientali, dei rischi legati ai cambiamenti climatici e dei rischi antropogenici nelle aree costiere e marine, bacini fluviali, acque sotterranee ed ecosistemi correlati. Particolare enfasi viene data allo sviluppo di vulnerabilità e indici di rischio e valutazione multirischio, sulla base dell’analisi decisionale multi-criterio e di tecniche complesse di analisi del sistema, e allo sviluppo di sistemi di supporto alle decisioni (DSS) che facilitano la definizione di gestione del rischio e strategie di adattamento. È stata leader WP, Task leader o project manager in diversi progetti nazionali e internazionali (TRITON, SAVEMEDCOAST, Eniadapt, CLIM-RUN, TRUST) ed è autrice e coautrice di oltre 20 pubblicazioni tra volumi e riviste scientifiche.

Elisa FURLAN

Elisa FURLAN ha conseguito un dottorato di ricerca in Scienze ambientali presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. La sua ricerca si concentra sullo sviluppo e sull’applicazione di metodologie di valutazione del rischio multidisciplinare per la valutazione delle interazioni e dei possibili effetti cumulativi, tra diversi fattori climatici combinati con fattori antropogenici locali e globali in diversi contesti ambientali e spaziali. È stata coinvolta in diversi progetti europei (PEGASO, CLIMRUN, OrientGate PERSEUS) finalizzati a valutare l’effetto potenziale dei futuri scenari di cambiamento climatico, nonché a identificare strategie di adattamento e opzioni di gestione adeguate. È stata in Cina nel 2015, collaborando con la Chinese Research Academy of Environmental Sciences (CRAES, Beijing) nell’ambito del progetto MC-IRSES GLOCOM. Con una master in Pianificazione e politiche ambientali conseguito presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia e l’Universitat Autònoma di Barcellona, ha più di 15 anni di esperienza nello sviluppo di GIS, integrando metodologie di analisi decisionale multi-criterio (MCDA) per la progettazione e la selezione di diversi scenari di pianificazione, valutazione e gestione delle problematiche ambientali.

Margaretha BREIL

Margaretha BREIL ha un PhD in Urban Planning (RWTH Aachen, Germania, 1992), un master in Valutazione delle politiche urbane e ambientali (IUAV Venezia, Italia, 2003), ed è un pianificatore urbano e regionale specializzato nella valutazione delle aree urbane, regionali e politiche ambientali. Attualmente lavora al CMCC su modelli di valutazione per le trasformazioni ambientali e sulle strategie di adattamento ai cambiamenti climatici in un contesto di politiche di sostenibilità urbana in cui si occupa principalmente delle sfide socioeconomiche di adattamento ai cambiamenti climatici. Dal 2014 supporta la European Environment Agency (EEA) nelle sue attività di ricerca e valutazione relative all’adattamento ai cambiamenti climatici urbani nel contesto del Centro Tematico Europeo sull’Adattamento ai Cambiamenti Climatici (ETC/CCA), coordinato dal CMCC.

Training in Cina

Modulo 1 – Rifiuti radioattivi e smantellamento di impianti nucleari

Elena MACERATA

Elena Macerata ha conseguito una laurea in Ingegneria Nucleare nel 2004 e un Dottorato in Scienze e Tecnologie delle radiazioni (2008) presso il Politecnico di Milano. Collabora in qualità di tecnico altamente specializzato presso il Laboratorio di Radiochimica e Chimica delle Radiazioni del Politecnico di Milano, Dipartimento di Energia. La sua attività di ricerca le ha permesso di partecipare a numerosi progetti europei relativi al ritrattamento del combustibile nucleare esaurito. Ha inoltre partecipato a varie conferenze scientifiche internazionali e incontri di progetto. Ha pubblicato relazioni e articoli su varie riviste scientifiche internazionali. Ha poi tenuti seminari sul ciclo del combustibile nucleare, su processi separativi avanzati idrometallurgici e su aspetti chimici relativi allo sviluppo del reattore veloce raffreddato a piombo.

Eros MOSSINI

Eros Mossini ha conseguito una laurea magistrale in Ingegneria Nucleare e un Dottorato in Energia e Scienza e tecnologia nucleare presso il Politecnico di Milano. Oggi è ricercatore presso il Laboratorio di Radiochimica e Chimica delle Radiazioni del Politecnico di Milano, Dipartimento di Energia. Ha acquisito vasta esperienza nel settore della radiochimica. Ha partecipato in modo attivo a vari progetti di ricerca nazionali ed europei. Riveste il ruolo di consulente tecnico presso la IAEA (Agenzia internazionale per l’energia atomica) nel contesto di un progetto di ricerca sugli approcci di processo per la grafite irradiata. Ha pubblicato numerosi articoli e relazioni tecniche su riviste scientifiche internazionali. Detiene ampie conoscenze relativamente a procedure ed equipaggiamenti dei laboratori chimici, radiochimici e nucleari, quali metodi di separazione radiochimica, sistemi di elettrodeposizione, spettometria gamma/alfa.

Luca CODISPOTI

Luca Codispoti ha conseguito una laurea in Ingegneria Nucleare al Politecnico di Milano e un diploma post-laurea in Protezione dalle radiazioni presso l’Università Campus Bio-Medico e l’Università Tor Vergata a Roma. Lavora come ricercatore presso il Laboratorio di Radioprotezione del Politecnico di Milano. Collabora con l’Ospedale Humanitas-Gavazzeni di Bergamo. La sua attività di ricerca è legata allo smantellamento del reattore di ricerca nucleare L-54M, alla valutazione del volume di rifiuti radioattivi, al piano di smantellamento e alla raccolta e analisi di dati per la valutazione dei costi per il processo di autorizzazione dello smantellamento. È inoltre esperto nella valutazione della dose radioattiva di lavoratori del settore medico e della ricerca e nella gestione di questi dati come richiesto dall’Autorità Italiana competente. Oggi collabora in qualità di consulente del Politecnico di Milano all’interno di un progetto di ricerca presso l’Agenzia internazionale per l’energia atomica sugli approcci di processo della grafite irradiata. Ha inoltre partecipato a varie conferenze internazionali e ha pubblicato relazioni tecniche e articoli su varie riviste scientifiche nazionali e internazionali.

Flaviano BRUNO

Flaviano Bruno ha conseguito una laurea in Ingegneria Nucleare presso l’Università La Sapienza di Roma e ha oggi 20 anni di esperienza nel settore nucleare, sia in Italia che all’estero. È stato responsabile per le attività italiane sul combustibile nucleare esaurito e per la gestione dei rifiuti nucleari radioattivi durante il suo lavoro presso l’ufficio di Mosca di Sogin S.p.A. – Società Gestione Impianti Nucleari nel quadro del supporto italiano al G8 Global Partnership Programme. Attualmente è responsabile per i rifiuti radioattivi e per la gestione del materiale nucleare all’interno del Dipartimento di Ingegneria e Radioprotezione. Qui collabora alla definizione della strategia per il trattamento dei rifiuti radioattivi e per la gestione del materiale nucleare, con particolare attenzione per la gestione del combustibile nucleare esaurito, analisi di processi presso i siti di Sogin e ottimizzazione del volume per il deposito temporaneo di rifiuti presso i siti.

Francesco TROIANI

Francesco Troiani si è laureato in Chimica Industriale e poi si è concentrato sulla gestione di infrastrutture complesse nel campo della scienza e tecnologia nucleare, la loro applicazione pratica e l’impatto sulla società e l’ambiente.

Ha acquisito vasta esperienza nella gestione di rifiuti radioattivi e smantellamento di impianti, prima presso l’Agenzia Italiana per l’Energia e l’Ambiente, dove è stato direttore del Dipartimento di Installazioni del ciclo del combustibile nucleare e poi come Direttore del Centro di Ricerca di Saluggia sulle attività di ritrattamento. È stato Presidente e Licenziatario di NUCLECO, l’operatore nazionale per la raccolta, trattamento e deposito temporaneo di rifiuti nucleari e fonti radioattivi generate da farmaci, attività di ricerca industriali, scientifiche e tecnologiche.

Nel 2013 è entrato in Sogin S.p.A., l’azienda di stato italiana per lo smantellamento degli impianti nucleari italiani, gestione e smaltimento di rifiuti.

Ha poi collaborato come consulente esperto per i siti di JRC (Ispra, Geel, Petten e Karlsruhe) della Commissione Europea.

Modulo 2 – Parchi scientifici innovativi e collaborazioni tra ricerca e industria

Bruno DENTE

Bruno Dente è attualmente Professore Onorario presso il Politecnico di Milano dove è stato fino al 2016 Professore Ordinario di Analisi di Politiche Pubbliche. Presso il Politecnico, ha collaborato tra il 2001 e il 2009 presso il settore di valutazione interna ed è stato membro del Consiglio di Amministrazione tra il 2010 e il 2015.

Nel 1969 ha conseguito una laurea in giurisprudenza, laureandosi con lode. Successivamente ha lavorato come ricercatore e insegnante presso diverse istituzioni, tra cui l’Università di Bologna e la Scuola Nazionale dell’Amministrazione. È stato anche Professore a contratto e Professore ospite in Francia, Germania, Spagna, Svizzera e Regno Unito. Ha inoltre rivestito il ruolo di consulente per vari ministeri italiani e nel 2016 è stato nominato Commissario Straordinario presso la Scuola Nazionale di Amministrazione. I suoi campi di interesse principali sono le politiche ambientali, l’amministrazione regionale e locale, valutazione di politiche pubbliche, innovazione urbana, riforma dell’amministrazione. È stato autore di più di 20 libri e più di 200 articoli e capitoli.

Docenti – 2019

Training in Italia

Modulo 9 – Gestione ambientale e cambiamento climatico

Marino GATTO

Marino GATTO è Professore Ordinario di Ecologia, Scuola di Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale, Politecnico di Milano. La sua formazione culturale è avvenuta nell’ambito dell’ingegneria e della modellistica matematica, ma dal 1974 la sua ricerca si è interamente focalizzata sull’ecologia e sulla gestione delle risorse rinnovabili. I suoi attuali interessi di ricerca includono: dinamica e gestione delle risorse marine; modelli di popolazioni frammentate; stima del rischio di estinzione di popolazioni della fauna selvatica; ecologia del cambiamento climatico; ecologia dei parassiti e delle malattie; economia ecologica. Marino Gatto è stato Presidente della Società Italiana di Ecologia dal 2003 al 2006 e membro del Senato Accademico del Politecnico di Milano dal 2007 al 2010. È membro dell’Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere e socio dell’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti. È autore o coautore di più di 200 articoli, di cui più di 130 sono apparsi su riviste internazionali.

Stefano CERNUSCHI

Stefano Cernuschi è Professore Ordinario a tempo pieno di Ingegneria Ambientale e Tecnologie per il controllo dell’Inquinamento Aereo. Ha conseguito un dottorato in Ingegneria Sanitaria-Ambientale. La sua attività scientifica è focalizzata sui temi dell’inquinamento atmosferico e dello smaltimento dei rifiuti solidi; ha condotto ricerche sulla caratterizzazione, le metodologie di valutazione e i trattamenti delle emissioni atmosferiche, l’analisi e la descrizione della qualità dell’aria e le implicazioni ambientali delle tecnologie di smaltimento di rifiuti solidi. È autore e coautore di più di 120 pubblicazioni a livello nazionale e internazionale. È Presidente del Comitato Scientifico di LEAP (Laboratorio Energia e Ambiente Piacenza), struttura consorziata con il Politecnico di Milano, e Presidente del Consiglio del corso di studi in Ingegneria per l’Ambiente ed il Territorio dello stesso Politecnico.

Stefano CASERINI

Stefano Caserini ha conseguito la laurea in Ingegneria Ambientale e il Dottorato di ricerca in Ingegneria Sanitaria. Docente di Mitigazione dei Cambiamenti Climatici al Politecnico di Milano, svolge attività di ricerca scientifica e consulenza nel settore dell’inquinamento dell’aria, della stima e riduzione delle emissioni in atmosfera, della riduzione delle emissioni di gas serra e dei processi per la rimozione di CO2 dall’atmosfera. Ha tenuto lezioni e seminari in molte università italiane ed è stato coinvolto in progetti di assistenza tecnica e attività di formazione in Kosovo, Cina, Libano ed Etiopia. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative, ha pubblicato anche diversi libri: A qualcuno piace caldo (Edizioni Ambiente, 2008), Guida alle leggende sul clima che cambia (Edizioni Ambiente, 2009), Imparare dalle catastrofi (Altreconomia, 2012), Aria pulita (Bruno Mondadori, 2013), e il recente Il clima è già cambiato. 10 buone notizie sui cambiamenti climatici (Edizioni Ambiente, 2016). Ha fondato e coordina www.climalteranti.it, uno dei principali blog scientifici italiani sul tema del cambiamento climatico ed è Co-Direttore della rivista scientifica “Ingegneria dell’Ambiente”.

Riccardo DE LAURETIS

Riccardo De Lauretis è laureato in Scienze Statistiche e Demografiche. Dal 1986 ricercatore all’ENEA e, successivamente, all’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, è responsabile dell’inventario delle emissioni nazionali delle sostanze inquinanti e dei gas serra e della loro trasmissione ufficiale agli organismi internazionali. In ambito internazionale, il suo lavoro è attualmente focalizzato sulla partecipazione alle attività scientifiche dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) relative alla revisione delle linee guida del 2006 per la realizzazione degli inventari delle emissioni di gas serra. È membro del Roster of Expert (ROE) in qualità di responsabile degli esperti revisori degli inventari di gas serra nell’ambito delle attività coordinate dal Segretariato della Convenzione sui Cambiamenti Climatici (UNFCCC). È il rappresentante nazionale nel gruppo di lavoro dell’Unione Europea per il meccanismo di monitoraggio dei gas serra, per la preparazione dell’inventario dei gas serra della UE, e partecipa ai lavori negoziali dell’UNFCCC, dell’Accordo di Parigi e del Protocollo di Kyoto facendo parte della delegazione italiana. Nell’ambito del lavoro effettuato dalla Task Force on Emission Inventories and Projection (TFEIP) per la Convenzione sull’inquinamento transfrontaliero degli inquinanti in atmosfera (UNECE/CLRTAP) è Co-Chair del gruppo esperti delle emissioni del settore dei trasporti.

Simone CASADEI

Simone Casadei è laureato in Ingegneria per l’Ambiente al Politecnico di Milano (2004), dove ha lavorato come ricercatore (2005) sulla correlazione tra meteorologia e qualità dell’aria nella Pianura Padana. Ha lavorato per 4 anni come consulente per il Comune di Milano e per il Politecnico di Milano nel settore della modellistica della dispersione degli inquinanti, della qualità dell’aria e meteorologia, collaborando con l’Agenzia Mobilità Ambiente e Territorio di Milano all’attuazione e al monitoraggio ambientale del sistema di controllo delle emissioni da traffico (Ecopass). Attualmente è responsabile del settore Fonti Mobili – Laboratorio Emissioni dell’Area Combustibili di Innovhub-SSI, dove dal 2009 gestisce diversi progetti di ricerca sperimentale nel campo delle emissioni allo scarico dei veicoli in relazione all’uso di combustibili convenzionali, innovativi e bio-combustibili, additivi per combustibili, tecnologie innovative motoristiche e di post-trattamento delle emissioni. È autore di oltre 20 articoli e atti di riviste e conferenze nazionali e internazionali.

Maurizio SPINELLI

Maurizio Spinelli ha conseguito la laurea magistrale in Ingegneria Energetica nel 2011, e il Dottorato in Scienze e Tecnologie Energetiche e Nucleari nel 2016 presso il Politecnico di Milano, con una tesi dal titolo “Advanced technologies for CO2 capture and power generation in cement plant”. L’attività di ricerca prevalente ha riguardato lo studio, l’ideazione e la simulazione di processi per la cattura e lo stoccaggio della CO2 (CCS), in particolare basati sulle tecnologia Calcium Looping (CaL) e sulle celle a combustibile a carbonati fusi (MCFC). Nel 2014 ha lavorato come Visiting Student Research Collaborator presso l’università di Princeton (USA), studiando l’impiego di MCFC per la cattura della CO2 in cementifici, cicli combinati e centrali a carbone. Dal 2011 a oggi ha lavorato come consulente del Politecnico di Milano e del LEAP in importanti progetti inerenti tecnologie CCS, commissionati da diverse multinazionali del settore elettrico, del cemento, dell’acciaio e del petrolio. Ha simulato e analizzato dal punto di vista tecnico ed economico sistemi CaL per la cattura della CO2 nel contesto dei progetti europei Cemcap e Cleanker. È autore di 15 articoli su riviste scientifiche e ha presentato il suo lavoro in diverse conferenze internazionali.

Chiara DI MAMBRO

Chiara Di Mambro è laureata in Ingegneria Ambientale nel 2005 con una tesi sui processi di bonifica in situ e ha conseguito il Dottorato di ricerca sull’applicazione delle metodiche di Life Cycle Assessment alle tecnologie di bonifica nel 2018. Esperto senior sulle politiche per il cambiamento climatico per il Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare. Attuazione e negoziazione della direttiva EU Emissions Trading a partire dal 2005. Dal 2010 al 2012, esperto nazionale distaccato presso la Commissione Europea, Unità B2 Benchmarking, come responsabile della definizione delle assegnazioni gratuite per gli impianti industriali europei dal 2010 al 2012. Membro della delegazione italiana ai negoziati UNFCCC dal 2014, quale esperto delle politiche di mitigazione del cambiamento climatico. Esperta nella definizione delle posizioni nazionali nell’ambito del processo legislativo europeo in materia di cambiamento climatico.

Mario Gualtiero Francesco MOTTA

Mario Gualtiero Francesco Motta è Professore Associato presso il Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano e Responsabile di ReLAB – Renewable heating and cooling lab. Ha conseguito una laurea in Ingegneria Meccanica e un Master in Sistemi energetici e ambientali presso l’Università Strathclyde di Glasgow (UK) nel 1996. Ha conseguito un PhD in Termodinamica presso l’Università degli Studi di Genova nel 2002. Inoltre, ha ottenuto una borsa individuale post-dottorato presso Fraunhofer Institute di Friburgo tra il 2002 e il 2004. I suoi interessi di studio sono: riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria per abitazioni a basso impatto ambientale; tecnologie solari e termiche; sistemi di trigenerazione; tecnologie di raffreddamento termico; valutazione della performance per sistemi di raffreddamento e riscaldamento. È stato membro della CNES (Commissione Nazionale per l’Energia Solare), inaugurata nel 2006 presso il Ministero Italiano per l’Ambiente, il Territorio e il Mare, quale organo di consulenza per le attività legislative. È il coordinatore scientifico del Programma Sino Italian Capacity Building for Environmental protection (Sicab). È, inoltre, ricercatore presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di Chimica dei Composti Organo Metallici (CNR – ICCOM).

Laura TAGLIABUE

Laura Tagliabue ha conseguito la laurea magistrale in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio al Politecnico di Milano nel 2011. Dal 2013 è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Energia della stessa università. Il suo principale campo di ricerca include l’utilizzo di modelli di simulazione oraria del sistema energetico per studiare i problemi posti dall’integrazione in rete delle fonti rinnovabili e le relative soluzioni. Nel 2016 ha partecipato attivamente al tavolo tecnico interministeriale “Decarbonizzazione dell’economia italiana” coordinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. È membro del “Gruppo tecnico stabile scenari” di supporto alla stesura del Piano Nazionale Energia e Clima (2018-2019). In precedenza, ha lavorato per una società di carbon trading e per l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Regione Lombardia all’inventario delle emissioni in atmosfera.

Fabrizio FATTORI

Fabrizio Fattori si è laureato nel 2011 in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio presso l’Università degli Studi di Pavia e ha conseguito un Dottorato di ricerca nel 2016 nell’ambito della pianificazione energetica presso lo stesso istituto. È stato assegnista di ricerca per due anni presso l’Università degli Studi di Pavia dove ha continuato l’esperienza con i modelli energetici-ambientali per la pianificazione ottimale degli investimenti e la gestione ottimale delle risorse. La sua ricerca si è focalizzata maggiormente sulla modellizzazione di dinamiche di breve termine in framework di lungo termine, per investigare scenari di grandi penetrazioni di veicoli elettrici e fotovoltaico. Ha dedicato parte del suo lavoro alla creazione del modello open-source del sistema energetico della Lombardia (MELiSsa), orientato al coinvolgimento dei cittadini. Dal 2018 è assegnista di ricerca presso il gruppo ReLAB del Politecnico di Milano, dove si occupa di simulazione del sistema energetico nazionale e dell’analisi del ruolo di specifiche tecnologie in possibili scenari futuri. È membro del gruppo Open Energy Modelling Initiative.

Rossano SCOCCIA

Rossano Scoccia è ingegnere edile e dottore di ricerca in Scienze e Tecnologie Energetiche e Nucleari, ottenuto presso il Politecnico di Milano. Lavora da più di dieci anni nei settori HVAC and RES. È esperto in simulazioni energetiche in regime dinamico. È work package leader nel progetto europeo H2020 Heat4Cool e project leader di progetti di ricerca e innovazione nazionali e internazionali. È stato assistente in molti corsi universitari legati agli impianti negli edifici ed è Professore a contratto del corso in lingua inglese Building Services Energy Modelling presso il Politecnico di Milano.

Vincenzo Francesco CIRILLO

Vincenzo Francesco Cirillo è assegnista di ricerca del Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano. Si è laureato in Building Engineering al Politecnico di Milano ad aprile 2018, con la tesi “An energy efficiency driven algorithm for filtering and sizing HVAC system layouts for building retrofit”. Per lo sviluppo della tesi ha lavorato col progetto europeo Heat4Cool presso Tecnalia di Bilbao (Spagna). Dopo la laurea ha iniziato la collaborazione con il Dipartimento di Energia, grazie alla sua formazione sulla modellazione energetica dei sistemi edilizi. Ha iniziato la sua attività al Politecnico nel 2018 con l’iniziativa DES – District Energy in Cities di Marrakech per l’adozione di politiche moderne per sistemi di teleriscaldamento e teleraffrescamento in Marocco. Nel progetto Merezzate+, del protocollo Climate-KIC, si è occupato della progettazione di una rete di teleriscaldamento di quarta generazione nella zona sud-est di Milano.

Valentino SEVINO

Valentino Sevino ha una laurea in Architettura conseguita presso il Politecnico di Milano e ha conseguito un Master in Ingegneria Ambientale (Politecnico di Torino, École Polytechnique Fédérale di Losanna, Svizzera, e Université Savoie Mont Blanc Chambery, Francia. Attualmente è direttore dell’Area Pianificazione e Monitoraggio Mobilità dell’Agenzia Mobilità Ambiente e Territorio (AMAT). Si occupa della pianificazione e implementazione di progetti e attività riguardanti il mobility management (car sharing, bike sharing, mobilità sostenibile), la pianificazione del traffico (regolamentazione del traffico e dei parcheggi, piste ciclabili, sicurezza stradale), la pianificazione del trasporto pubblico locale e la gestione dei progetti europei, ministeriali e regionali nel settore dei trasporti e della mobilità sostenibile.